rotate-mobile
Calcio

Verso Fermana-Ancona, mister Colavitto: «Daremo tutto anche per chi non potrà esserci»

Le parole del tecnico biancorosso alla vigilia del derby del "Recchioni": «Mancano dodici partite, per noi tutte decisive: domani è la prima di una serie di finali che andremo a giocare»

Prestazione e vittoria contro la Reggiana fanno già parte dello…storico. In casa Ancona si guarda avanti, al derby di Fermo la cui importanza va al di là dei semplici tre punti in palio: perché è una sfida sentita, in un campo dove i biancorossi hanno sì festeggiato, ma anche inghiottito parecchi bocconi amari, e perché una classifica che in testa si sta facendo sempre più...interessante impone di continuare a tenere il passo delle migliori. «Mancano dodici partite – dice il tecnico della formazione biancorossa, Gianluca Colavitto – per noi tutte decisive. Domani è la prima di una serie di finali che andremo a giocare. Anche con la Fermana dobbiamo mettere in campo il meglio: battere la Reggiana ci ha dato autostima e fiducia, però ormai fa parte del passato. Ricordare la prestazione di una settimana fa serve per cogliere tante sfumature, come il rammarico di aver lasciato tanti punti per strada in modo banale per esempio. Ma anche gli errori che ci sono stati contro gli emiliani, specialmente nei minuti finali dove Perucchini ci ha messo una pezza».

Nell’analisi di quella che sarà la partita contro la Fermana, il mister dorico di sofferma sulla...partenza dai blocchi. «Sarà importante approcciare la sfida nel modo giusto. Noi cerchiamo sempre di prepararle con la massima attenzione: avevo già detto che la Reggiana valeva il Montevarchi, così la Fermana, il mio metodo di lavoro non cambia. I canarini in casa si fanno valere, la classifica dice che sono in buona posizione. Stanno facendo un buon campionato, grazie ai valori tecnici che possiedono. Merito della società, di Protti che sta svolgendo un ottimo lavoro e sta cogliendo i risultati che merita. Gli avversari hanno la loro strategia, noi ci siamo preparati come sappiamo. Sono sempre felice di arrivare alla rifinitura con tutto l’organico a disposizione, ma non dimentico però che anche quando abbiamo avuto le assenze chi è subentrato ha fatto benissimo. Sono felice di veder Spagnoli a regime, per noi è stato tanto importante e continuerà ad esserlo da qui in avanti. Stesso discorso per Di Massimo».

L’ultimo pensiero del tecnico va ai tifosi: cinquecento si sistemeranno in Curva Est al “Recchioni”, molti di più quelli che avrebbero voluto raggiungere Fermo per assistere all’incontro ma fermati dal numero limitato di biglietti a disposizione dei supporters biancorossi. «»Mi dispiace tanto che molti non potranno essere presenti, avremmo giocato davanti una cornice bellissima. Purtroppo non possiamo incidere su questo argomento, ma daremo tutto anche per chi non sarà sugli spalti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Fermana-Ancona, mister Colavitto: «Daremo tutto anche per chi non potrà esserci»

AnconaToday è in caricamento