Martedì, 28 Settembre 2021
Calcio

Cus Ancona premiato a Roma nella Sala degli Onori del Coni

I riconoscimenti sono arrivati per la vittoria della serie B e la conquista del titolo regionale Under 19. Resi noti anche i calendari: i dorici debutteranno in A2 in trasferta contro il Città di Massa.

Settimana da ricordare quella appena conclusa per il Cus Ancona, che venerdì pomeriggio a Roma, nella Sala degli Onori del Coni, ha ricevuto dalle mani del presidente Luca Bergamini il premio per la vittoria del campionato di serie B, ma anche un riconoscimento per il titolo regionale vinto dalla formazione di Alessio Santilli. Il sodalizio dorico, nell’ambito della presentazione dei calendari relativi alla stagione 2021/2022 che scatterà il 9 di ottobre, ha ricevuto anche un terzo riconoscimento messo in palio dalla LND come una delle squadre più giovani scese in campo nel campionato di serie B.

«A livello personale è stata una grande soddisfazione ricevere questo doppio premio dalle mani del Presidente Luca Bergamini – ha dichiarato il vicepresidente Donato Urbano, che ha rappresentato la società a Roma - una gioia immensa sia come Cus ma anche come città di Ancona, dato che al momento siamo la massima espressione del calcio a 5 nel capoluogo di regione. Siamo stati premiati per la vittoria del campionato di serie B, ma anche per i risultati ottenuti dall’under 19 che ha portato a casa il titolo regionale. Cus Ancona protagonista assieme ad altre realtà marchigiane come l’Italservice Pesaro e il Città di Falconara nel femminile».

A margine dei premi, la giornata capitolina ha anche svelato il cammino che i biancoverdi dovranno affrontare nel prossimo campionato cadetto. Debutto esterno sabato 9 ottobre sul campo del Città di Massa ed a seguire esordio casalingo contro il Villorba. Entrambi i derby marchigiani previsti nella parte ascendente del calendario verranno disputati in trasferta, la quinta giornata a Porto San Giorgio e la dodicesima a gennaio in quel di Lucrezia. Il girone di ritorno scatterà il 22 gennaio, per concludersi il 2 maggio.

«La serie A2 è un campionato molto difficile – commenta Urbano - nulla a che vedere con la serie B. Ci sono squadre attrezzate in grado di fare la differenza in qualsiasi momento, squadre dove quantità e qualità di certo non mancano. Noi come Cus Ancona abbiamo allestito una buona squadra, dove non mancano giocatori di esperienza che hanno già avuto modo di conoscere la categoria, l’entusiasmo non manca cosi come la voglia di fare bene sopratutto dalle prime giornate di campionato. L’obiettivo è quello di una salvezza tranquilla, ma la cosa più importante, che mi auguro aspetto sportivo a parte, è che il campionato sia il più regolare possibile e che il Covid non crei nessun tipo di problema alle società, Cus Ancona compreso».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cus Ancona premiato a Roma nella Sala degli Onori del Coni

AnconaToday è in caricamento