rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Calcio

Castelfidardo-Tolentino, il commento dei due tecnici

Allenatori concordi nel definire giusto l'1-1 finale. «Ma ciò non toglie – commenta il tecnico del Castelfidardo, Manolo Manoni - che prendere un gol alla fine del recupero fa male»

Quello tra Castelfidardo e Tolentino è un 1-1 che “allinea” il giudizio dei due tecnici sulla correttezza del risultato. Diversa e con maggiori sfaccettature l’analisi del capitolo “occasioni mancate”: ce ne sono sia in casa Castelfidardo raggiunto all’ultimo secondo e che non ha sfruttato un paio di occasioni per raddoppiare, che sul versante dei cremisi che avrebbero potuto subito pareggiare (ma hanno fallito il penalty decretato pochi minuto dopo la rete del momentaneo 1-0) e quindi prepararsi un secondo tempo diverso.

«Se andiamo a vedere e valutare la partita – commenta il tecnico del Castelfidardo, Manolo Manoni - emerge che il pareggio è comunque un risultato giusto, ma ciò non toglie che prendere un gol alla fine del recupero fa male, perché alla resa dei conti è arrivato all’ultimo secondo visto che poi l’arbitro ha fischiato. Anche questo deve servire da insegnamento, ci deve far capire quanto sia importante saper gestire bene anche i secondi conclusivi di ogni partita. Potevamo sicuramente sfruttare meglio alcune ripartenze che abbiamo avuto a disposizione per chiudere l’incontro, dove probabilmente ci è mancato l’ultimo passaggio, ma anche questo fa parte del calcio. Alla fine abbiamo interpretato alla grande il tipo di partita che si è presentata oggi, visto che praticamente giocavamo in una risaia: siamo stati bravi ad adattarci all’avversario che affrontavamo, un Tolentino in salute ed in fiducia, squadra molto fisica e capace di esaltarsi in questo genere di sfide. Quello di oggi – conclude Manoni – è un altro passo avanti verso la crescita e la maturazione dei ragazzi: non dobbiamo abbatterci, e continuare con la stessa determinazione che ci ha caratterizzato fino a questo momento».

«Se avessimo perso sarebbe stato un peccato perché la squadra non meritava la sconfitta – esordisce Andrea Mosconi, allenatore del Tolentino – poi ci sono gli episodi che possono favorire e far prendere alla partita una piega diversa, come nel caso del rigore che ci avrebbe riportato subito in parità e magari avremmo visto un secondo tempo diverso. E’ un pareggio giustissimo e devo fare i complimenti alla mia squadra, che ci ha messo il cuore e non ha mollato fino all’ultimo secondo: il Castelfidardo è una squadra “scorbutica” da affrontare, che concede pochissimo e viene da un buon momento, e per noi che cercavamo di dare continuità alle ultime prestazioni ed agli ultimi risultati, questo è un punto importante».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfidardo-Tolentino, il commento dei due tecnici

AnconaToday è in caricamento