rotate-mobile
Calcio

Castelfidardo-Marina, in palio punti salvezza in un match che non ammette errori

I padroni di casa a caccia del bottino pieno per provare ad abbandonare la zona play-out, biancazzurri arrivati probabilmente all'ultima chiamata per non esaurire le speranze di mantenere la categoria

L’incontro tra Castelfidardo e Marina assume i contorni di crocevia importante per ambedue le formazioni. I fidardensi, dopo il successo prezioso in casa del Chiesanuova, tornano in campo domenica 19 sul prato del “Mancini”, per cercare di allungare ulteriormente la loro striscia positiva di risultati. Un’altra sfida in chiave salvezza, questa volta contro il sempre ostico Marina che, al di là della classifica, cerca di provare ad agganciare il treno per la salvezza, che ora dista 14 punti. Impresa complicata per una squadra, quella biancoazzurra, che da poco ha visto tornare sulla propria panchina Igor Giorgini, iniziale condottiero del Marina. I ragazzi di mister Marco Giuliodori, dal canto loro, viaggiano con un ruolino di marcia di tutto rispetto in questo avvio 2023 e l’obiettivo è quello di staccare le rivali contendenti per la salvezza.

«Mi aspetto un match molto combattuto – commenta il centrocampista del Castelfidardo, Giacomo Francesconi – ma ci faremo trovare pronti perché stiamo attraversando un momento molto buono. Si cominciano a vedere i frutti di tutto ciò che abbiamo fatto inizialmente, sotto forma di risultati che purtroppo all’inizio erano mancati: alla fine il lavoro paga sempre e in più i nuovi arrivati ci stanno dando una grossa mano».
«Chi si aspetta una gara semplice è completamente fuori strada – commenta il tecnico biancoverde, Marco Giuliodori – perché ci troveremo di fronte una squadra in salute. E questo a prescindere dalla collocazione in classifica, visto che negli ultimi due turni hanno imposto lo 0-0 a due big del torneo come Azzurra Colli e Montefano. Ci mancherà Ruiz, ma abbiamo una rosa lunga e competitiva, e chiunque va in campo è in grado di fornire una prestazione all’altezza della situazione».

«Abbiamo ancora la matematica che mantiene vive le nostre speranze di salvezza – è l’analisi di Nicola Gabrielli, trequartista biancazzurro – ma sappiamo bene che più le partite passano e meno opportunità avremo di prendere punti necessari a rimetterci in carreggiata. E questo rende l’impegno contro il Castelfidardo una partita quasi da dentro o fuori: è normale aspettarsi un sfida combattuta, perché a noi servono questi benedetti tre punti che ci mancano dall’inizio del campionato e che non possono più aspettare».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfidardo-Marina, in palio punti salvezza in un match che non ammette errori

AnconaToday è in caricamento