rotate-mobile
Calcio

Il Castelfidardo sceglie Andrea Varoli: a lui il compito di rifondare il settore giovanile

«Sarà una sfida complessa – commenta il nuovo responsabile del vivaio biancoverde – ma ricca di grandi opportunità sia a livello sportivo che a livello umano e sociale»

Preso atto dell’importanza fondamentale di far crescere, al proprio interno, un gruppo di giovani calciatori che dovranno rappresentare nei prossimi anni la spina dorsale della prima squadra, e dopo le difficoltà riscontrate negli ultimi anni nel riuscire ad allestire una formazione Juniores, il Castelfidardo ha deciso di affidare da subito la rifondazione del suo settore giovanile ad Andrea Varoli. Dirigente con esperienza ultradecennale nel mondo del calcio, Varoli garantisce competenze manageriali e conoscenze tecniche oltre ad una grandissima passione, requisiti indispensabili per raggiungere gli obiettivi fissati dalla Società per i prossimi anni.

«Ringrazio il Presidente Baleani e i Vice Presidenti Sarnari e Pigini e tutto lo staff per la fiducia accordatami – sono le parole del nuovo dirigente biancoverde – e per avermi affidato un pieno mandato per ricostruire questo settore giovanile. Il Castelfidardo per la sua storia e il suo blasone sportivo è senza ombra di dubbio una delle società più importanti della nostra regione e per me, che da oltre venti anni vivo a Castelfidardo, è un grande onore e sicuramente sarà una motivazione maggiore far sì che i giovani abbiano l’opportunità di crescere come uomini e come calciatori».

«Sarà una sfida complessa – prosegue Varoli – ma ricca di grandi opportunità sia a livello sportivo che a livello umano e sociale: ho molto apprezzato la volontà e la lungimiranza della società che, nonostante in queste settimane sia focalizzata nel rafforzamento dell’organico della prima squadra per recuperare, dopo una partenza di campionato difficile, posizioni di classifica più consone al suo blasone, ha deciso di far partire subito questo progetto. Per quanto mi riguarda, è mia intenzione individuare dirigenti e staff tecnico con i quali condividere filosofia e obiettivi e successivamente visionare giovani calciatori di qualità, che dovranno partecipare al prossimo campionato 2023/24, dove è nostra intenzione iscrivere oltre alla formazione Juniores anche una formazione Allievi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Castelfidardo sceglie Andrea Varoli: a lui il compito di rifondare il settore giovanile

AnconaToday è in caricamento