Calcio

La Biagio non si sblocca, Tomba la salva ancora: contro l'Urbania finisce 0-0

Scarsa lucidità nel finalizzare da parte della formazione chiaravallese, che deve nuovamente ringraziare il suo portiere anche in questo match rivelatosi provvidenziale.

Uno 0-0, quello che ha segnato l’epilogo tra Biagio Nazzaro ed Urbania, che offre una duplice prospettiva nella chiave di lettura chiaravallese. Quella positiva, con il punto preso e la sfortuna che ha impedito di mettere a bilancio gli altri due. E quella negativa, con i padroni di casa che hanno concesso un po' troppo a una squadra ordinata, che per larghi tratti è sembrata avere una marcia in più, evitando lo svantaggio grazie al solito super Tomba, che al 7' ha detto no al destro di Cusimano, troppo solo dentro l'area, e al 47' della ripresa ha ipnotizzato Fraternali il quale, dopo aver tagliato come il burro la difesa chiaravallese, ha fallito il tocco "liftato", calciando il pallone sulla traversa.

I rossoblù iniziano un po' contratti e già al 7' Cusimano ha la palla buona, ma nulla di fatto. La Biagio risponde al 18': Carbonari sceglie la soluzione orizzontale per Ruzzier, che apre sulla destra per Frulla; il ragazzo classe 2001 riceve, salta l'uomo con un dribbling a rientrare, si accentra di quel che tanto che basta per vedere luce tra pallone e porta e batte con un destro che supera Ducci, coglie il palo interno e schizza fuori, strozzando l'urlo di gioia del pubblico. La Biagio rischia ancora al 35': Cusimano sfonda sulla destra e pennella per Bicchiarelli, che stacca fuori tempo e non fa male.

La ripresa si apre con la dormita colossale che porta Fraternali a divorarsi il vantaggio al 2'. Al 15' il neo entrato Parasecoli (dentro per Rossini, infortunato) prova una conclusione dai venti metri che, rimpallata, si trasforma in assist per Frulla, il quale trova lo spazio per il tiro che, ulteriormente deviato dalla muraglia biancorossa, scheggia la parte alta della traversa. Dopo quattro minuti è Ruzzier a servire ancora Frulla, sulla cui conclusione centrale Ducci balbetta, ci pensa però Temellini a salvare tutto, allontanando il pallone a ridosso della fatidica linea di porta. È l'ultima giocata dell'attaccante senigalliese, che lascia il posto a Pierandrei, il quale si fa vedere al 25', fallendo l'appoggio vincente sotto misura al 25' e in pieno recupero, arrivando scoordinato sul traversone di Marasca. In mezzo, un colpo di testa di Marini, ben servito da Terranova, terminato di poco sul fondo al 30'. A due minuti dalla fine Giovagnoli, divenuto capitano dopo l'uscita anticipata di Rossini, si fa ingenuamente espellere eccedendo in proteste dopo un'ammonizione subita. Biagio in inferiorità numerica negli ultimi scampoli di partita, che l'Urbania non sfrutta, nonostante l'incursione di Cantucci al 45', che si chiude con un tiro tutto da dimenticare.

Il Tabellino:

BIAGIO NAZZARO – URBANIA 0-0

BIAGIO NAZZARO: Tomba, Terranova, Marasca, Giovagnoli, Marini, Gallotti, Carbonari (86’ Brega), Rossini (52’ Parasecoli), Frulla (65’ Pierandrei), Gregorini, Ruzzier (81’ Pieralisi). All. Malavenda

URBANIA: Ducci, Rossi, Hoxha (72’ Cantucci), Giovanelli Fraternali (79’ Patrignani), Renghi, Temellini, Cusimano, Catani, Fraternali (86’ Lucciarini), Brisigotti (79’ Calabresi), Bicchiarelli (72’ Sema). All. Sartini

ARBITRO: Salvatori (MC)
ASSISTENTI: Traini (AP), Bellagamba (MC)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Biagio non si sblocca, Tomba la salva ancora: contro l'Urbania finisce 0-0

AnconaToday è in caricamento