rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Calcio

Tracollo Biagio, Forsempronese spietata al "Comunale"

I rossoblu, colpiti a freddo, restano in partita fino al duplice fischio. Poi, nella ripresa, il "Fosso" sfrutta cinicamente due palle gol e fa calare il sipario sul match

La Forsempronese infligge una severa punizione alla Biagio Nazzaro, che capitola al Comunale e si rassegna all’idea di dover obbligatoriamente passare dai play-out per conquistare la permanenza nella categoria. Il 4-0 finale è un passivo nel complesso troppo pesante per la formazione chiaravallese, castigata oltre i suoi demeriti dagli ospiti che hanno saputo cinicamente sfruttare tutte le occasioni create nella prima ora di gara. Per la Biagio, a margine della stonatura rappresentata dal punteggio, un atteggiamento che è restato corretto almeno fino alla fine del primo tempo nonostante il doppio svantaggio, ma venuto per forza di cose a scemare dopo il terzo gol che ha irreversibilmente incanalato la sfida su binari favorevoli al Fossombrone.

A rendere ulteriormente complesso il cammino della Biagio, al cospetto di una delle big del torneo, è la zavorra che si materializza dopo appena 45 secondi di gara: difesa colpevolmente ferma, traversone dalla destra e Pagliari di testa tra l’incredulità generale gira di testa il pallone nel sacco per l’1-0. Colpita a freddo, la squadra di Favi ammortizza coraggiosamente il pugno e si riorganizza prendendo in mano le redini della gara, sebbene la supremazia territoriale porti solo ad una conclusione di Frulla fuori bersaglio al 12’. Ma la pendenza della strada da percorrere aumenta ancora di più al minuto 20, quando sugli sviluppi del primo tiro dalla bandierina della Forsempronese, Zingaretti trova un micidiale destro a giro dal lato corto sinistro dell’area che fa terminare la sfera sotto l’incrocio. La Biagio, sotto 2-0, si accende al 36’ con Brega ma del gol c’è solo illusione data dal pallone che agita l’esterno della rete, ma anche al 39’ quando è provvidenziale Marcantognini sul diagonale di Pieralisi.

Tema tattico del match che non cambia al rientro dagli spogliatoi dopo l’intervallo, ed a confermarsi c’è anche il cinismo di una Forsempronese che castiga ancora i padroni di casa al primo affondo: al 49’ Marcantognini vola a respingere di pugno un traversone di Pieralisi, capovolgimento di fronte e Palazzi con un chirurgico destro finalizza impeccabilmente la ripartenza segnando la rete del 3-0, ed obbligando Marziani a raccogliere ancora una volta la sfera in fondo al sacco pur senza aver praticamente mai effettuato una parata. Non finisce l’incubo per i rossoblu, perché al secondo affondo del secondo tempo l’undici di Fucili cala il poker: al 64’ colpisce ancora Palazzi, che arriva sul fondo e calcia forte sul palo più vicino, con l’intervento dell’estremo difensore locale che manda il pallone a sbattere sotto la traversa ed a rimbalzare al di là della linea di porta, come ravvisato dal direttoRE di gara che convalida così il 4-0. Seconda parte della ripresa che si trascina stancamente con le uniche interruzioni rappresentate dalla girandola di cambi, fino al triplice fischio finale. Che regala alla Forsempronese un successo il quale mitiga la delusione per le ultime tre battute d’arresto in campionato, e lascia la Biagio in apnea e con la preoccupazione che continua a restare fedele compagnia di viaggio.

Il Tabellino:

BIAGIO NAZZARO – FORSEMPRONESE 0-4 (0-2 p.t.)

BIAGIO NAZZARO CHIARAVALLE: Marziani, Terranova, Marasca, Bellucci, Rossini (52’ Gallotti), Marini (32’ Gregorini), Parasecoli (69’ Gaia), Carbonari, Frulla (48’ Ruzzier), Pieralisi, Brega (62’ Paccamiccio). All. Favi

FORSEMPRONESE: Marcantognini, Ciampiconi (82’ Aguzzi), Procacci, R. Pandolfi, Rosetti, Camilloni, Palazzi (85' Mea), L. Pandolfi, Barattini (80’ Montoni), Zingaretti, Pagliari (72’ Arcangeletti). All. Fucili

ARBITRO: Tassano (Chiavari)
ASSISTENTI: Cordella (PU), Varagona (AN)
RETI: 1’ Pagliari, 21’ Zingaretti, 49’ e 64’ Palazzi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tracollo Biagio, Forsempronese spietata al "Comunale"

AnconaToday è in caricamento