rotate-mobile
Calcio

Biagio Nazzaro, con il Fabriano Cerreto per voltare pagina

La formazione chiaravallese torna al Comunale ad una settimana di distanza dal 7-0 subito al "Carotti" contro la Jesina, sconfitta con il più alto scarto di tutta la storia rossoblu

90 minuti per cancellare, in fretta, quanto accaduto negli ultimi 135 (vale a dire nel secondo tempo di Montegranaro ed a Jesi). In casa Biagio Nazzaro sono stati giorni convulsi, di riflessione per tutti: dalla dirigenza, ai giocatori ed allo staff tecnico. La società ha confermato la fiducia a Giammarco Malavenda ed a tutta la squadra. Il pesante “cappotto” di Jesi (il 7-0 subito al “Carotti” è la sconfitta con il più alto scarto di tutta la storia), per quanto grave, non rappresenta ancora l’occasione per tirare le somme. Ora arrivano due sfide salvezza, al cospetto di avversari alla portata della formazione chiaravallese. In queste due partite, occorrerà una Biagio reattiva, propositiva, tenace, che mostri un temperamento agli antipodi della prestazione così dimessa dell’ultima volta.

Giocatori e mister si ritroveranno tutti insieme già da domenica mattina, per concentrarsi al meglio in vista di una sfida casalinga che opporrà la Biagio ad un Fabriano Cerreto il quale, proprio nell'ultimo match, ha trovato il primo acuto del torneo. Un incontro che vedrà mister Malavenda privo di Terranova, Cerolini, Toni, Carbonari e Bellucci, ancora infortunati. In forte dubbio anche Paradisi mentre, sul versante degli “under”, c’è da registrare l’arrivo del centrocampista Gianfilippo Gaia, classe 2002, proveniente dal settore giovanile del Gubbio (società professionista) e in forza al Nereto (Serie D) in questo inizio di campionato.

Sono pochi i precedenti tra la Biagio e i bianco-rosso-neri, non considerando i confronti con le rispettive ex società che si unirono per l’appunto dieci anni fa, creando un’unica rappresentante calcistica dei comuni di Fabriano e Cerreto d’Esi. Nell’ultimo, datato 2018-19 alla quarta giornata, la sfida vide la prima realizzazione in rossoblù di Nicolò Parasecoli, che andò in rete dopo soli quattro minuti. Il repentino pari siglato da Giuliacci sancì l’1-1 finale in quello che è stato l’ultimo confronto tra le due squadre disputato al Comunale.
Fischio d’inizio previsto per le ore 14.30, arbitro designato è Ledjan Skura della sezione di Jesi, che sarà assistito da Alberto D’Ovidio della sezione di Pesaro e Andrea Pizzuti della sezione di Macerata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biagio Nazzaro, con il Fabriano Cerreto per voltare pagina

AnconaToday è in caricamento