rotate-mobile
Mercoledì, 27 Settembre 2023
Calcio

Biagio Nazzaro, Il CdA rassegna le dimissioni e rimette il proprio mandato

La decisione è arrivata a seguito della retrocessione in Promozione - maturata nello spareggio play-out di Porto Sant'Elpidio - al termine di una riunione societaria

Riportiamo integralmente la nota stampa inviata dalla società Biagio Nazzaro Chiaravalle, che al termine di una riunione convocata nella serata di ieri, ha visto presentare le dimissioni del Consiglio di Amministrazione, il quale ha rimesso il proprio mandato.

"Nella serata di giovedì 9 giugno, si è riunito il Consiglio d’Amministrazione ed il Consiglio Direttivo della Società Biagio Nazzaro Chiaravalle. In tale occasione, come era giusto e doveroso, si è fatta un’attenta analisi della stagione 2021/2022 terminata, purtroppo, con un'amarissima retrocessione. Il C.D.A. con grande senso di responsabilità e consapevolezza degli errori commessi, ha rassegnato le dimissioni e rimesso il proprio mandato. Ciò anche allo scopo di lasciare mano libera a eventuali nuovi ingressi e nuove proposte di gestione della Biagio Nazzaro per una società più partecipata e si è data appuntamento per giovedì 16 giugno, allo scopo di analizzare eventuali nuove proposte e comunque avere tutte le garanzie per prendere una decisione definitiva sul futuro societario, anche perché la nuova stagione incombe.

Il C.D.A. e il Consiglio Direttivo hanno colto l’occasione per ringraziare i propri meravigliosi tifosi che, pur in una stagione nefasta come questa, non hanno mai fatto mancare il loro supporto ed il loro tifo alla squadra, con grande passione e attaccamento ai colori rossoblù davvero commoventi che ha fatto crescere ancor di più il grande rammarico e la grande amarezza per una inopinata retrocessione.
La Società Biagio Nazzaro, pur avendo avuto sempre grande rispetto verso il lavoro di tutta la stampa, sia scritta che on-line, e il lavoro delle loro redazioni e pur avendo sempre accettato le critiche e le assunzioni di responsabilità da cui mai si è sottratta mettendoci la faccia, resta fermamente convinta che in questi giorni si siano scritte e dette cose troppo dure ed inesatte, senza che da parte di chi scriveva fosse stata fatta una verifica in società su ciò che si affermava e sulle fonti da cui si attingeva. In particolare modo, si vuole mettere in evidenza come non siano assolutamente vere e prive di fondamento certe affermazioni, in cui si ritiene che nessuno dei nuovi ingressi delle persone di Marzocca avesse assunto un ruolo ufficiale all’interno della società, e addirittura si fossero formate all’interno due anime in contrapposizione.

Il Sig. Euro Cerioni aveva assunto il ruolo di direttore sportivo, il Sig. Daniele Tittarelli il ruolo di direttore tecnico, il Sig. Fabrizio Spadoni il ruolo di vicepresidente e responsabile del settore sanitario della Biagio Nazzaro e, cosa ancor più importante, tutti e tre facevano parte del Consiglio di Amministrazione - formato da otto componenti e quindi con capacità decisionali - lavorando tutti insieme all’interno del Consiglio e portando in tre anni la Società a un completo risanamento economico e finanziario, e nella stagione 2019/2020 al ritorno immediato dalla Promozione all'Eccellenza. Certo, poi la stagione appena terminata ha preso una piega imprevista e inevitabilmente, come spesso accade quando le cose non vanno bene, qualche incomprensione ha fatto breccia, vedi le dimissioni in data 4 aprile del direttore tecnico Daniele Tittarelli, a cui va il nostro ringraziamento per il lavoro svolto, ma comunque si è continuato a lavorare per garantire tranquillità e solidità per la squadra e la Società.

Così come è necessario precisare che dopo le dimissioni del tecnico Mirco Omiccioli, al contrario di quello che viene affermato, la società ha interpellato immediatamente Giammarco Malavenda per un suo ritorno, il quale con grande garbo e rammarico non ha accettato. Per questo è doveroso ringraziare Fabio Favi, che in un momento veramente difficile, si è messo immediatamente a disposizione con grande senso di responsabilità.
In ultima analisi, ma non certo per importanza, vogliamo evidenziare il grande lavoro svolto dal settore giovanile, a cominciare da Fabio Favi che è il responsabile tecnico, ai tanti dirigenti che hanno lavorato con passione e professionalità e da Stefano Tanfani, responsabile societario del vivaio, oggetto di critiche ed illazioni, più o meno velate, che assolutamente questa Società respinge al mittente e preferisce far parlare i fatti.

In questi anni si sono ottenuti degli ottimi risultati sia in campo che nel miglioramento organizzativo al suo interno e gli iscritti sono passati da 170 nel 2019, ai 250 nel 2022, chiaro segno della bontà del lavoro e portando, quest’anno, ad avere una Juniores Regionale molto competitiva, con diversi bravi giocatori tecnicamente, alcuni dei quali sono pronti per il salto di qualità in prima squadra, nell’anno in cui l’obbligo dei fuori quota in Promozione sono stati portati a tre. Senza dimenticare il bellissimo campionato di vertice degli Allievi Provinciali e fiore all’occhiello la vittoria del proprio girone, con conseguente qualificazione alle semifinali per il Titolo Marchigiano dei Giovanissimi Regionali, che non accadeva dal 1994".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biagio Nazzaro, Il CdA rassegna le dimissioni e rimette il proprio mandato

AnconaToday è in caricamento