Sabato, 16 Ottobre 2021
Calcio

Biagio Nazzaro: a caccia dei tre punti per sbloccarsi ed infrangere un tabù

La formazione chiaravallese, che deve ancora conquistare la prima vittoria in campionato, attende l'Atletico Ascoli. Precedenti non incoraggianti: in casa i rossoblu non hanno mai vinto contro formazioni ascolane

Il turno di riposo ha fatto scivolare la Biagio Nazzaro in piena zona retrocessione. È innegabile che l’inizio di campionato non sia stato positivo per la formazione chiaravallese, ma siamo appena alla quinta giornata e molto deve ancora essere scritto. Il ritorno al “Comunale” coincide con la sfida ad una squadra di valore, inserita dagli addetti ai lavori nel novero delle più attrezzate per il salto di categoria, che finora ha però racimolato ben poco. L’Atletico Ascoli di mister Luigi Giandomenico ha infatti vinto, peraltro in maniera roboante, con il solo Valdichienti (un’altra delle accreditate che sta deludendo le attese), pareggiato l’incontro inaugurale con l’Urbania e perso domenica scorsa in casa dell’Atletico Gallo.

Un avversario difficile, quindi, che non potrà permettersi ulteriori passi falsi. Le statistiche, per quel che contano, non depongono a favore della Biagio, che tra le mura amiche non ha mai incamerato i tre punti contro squadre ascolane. Allo 0-0 del 2004-05 contro la Jvrs fecero seguito due sfide contro il Monticelli: la prima (2014-15) finì a reti bianche e la seconda (2018-19) con una clamorosa sconfitta per 0-2 al cospetto di una formazione che vinse quell’unica partita in tutto il campionato e che raggranellò dopo quel successo un solo misero punto nelle restanti 22 gare. Eppure a sorridere è l’unico precedente contro l’Atletico Ascoli, ma in quell’occasione (campionato 2017-18, allenatore Massimo Lombardi) la denominazione dell’avversario era “Ciabbino” e la sede sociale Folignano, poi trasferita l’anno successivo nel capoluogo piceno (anche se da questa stagione l’Atletico disputa le partite interne a Castel di Lama).

Biagio Nazzaro che scenderà in campo senza lo squalificato Giovagnoli e senza capitan Rossini, il quale non ha ancora recuperato dall’infortunio al ginocchio. Torna invece disponibile il classe 2002 Cerolini, che rappresenta una valida alternativa per mister Malavenda. Fischio d’inizio domenica alle ore 15.30. Una curiosità: la Biagio gioca in contemporanea alla nazionale, accadimento che non si registrava dal 26 ottobre 1975. L’accesso al Comunale sarà come da prassi consentito previa esibizione di documento di riconoscimento e Green Pass. Direzione di gara affidata a Matteo Chiarotti della sezione di Macerata, assistito da Mattia Gasparri della sezione di Pesaro e da Federico Sannucci, afferente anch’egli a quella di Macerata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biagio Nazzaro: a caccia dei tre punti per sbloccarsi ed infrangere un tabù

AnconaToday è in caricamento