rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Calcio

Ancona, quando i successi passano dal “domani”: lo scouting alza il tiro e fissa gli obiettivi

Il responsabile dell’area scouting biancorossa Alessandro Bellavista ha fatto il punto in vista della prossima stagione

ANCONA- Scovare i campioni di domani potenziando un settore giovanile che dovrà diventare un fiore all’occhiello a livello regionale. Con queste premesse Alessandro Bellavista, responsabile dell’area scouting dell’Ancona, ha fissato gli obiettivi in vista della prossima stagione parlando anche di passato e di presente:

«L’annata appena trascorsa è utilizzata per mappare le province di Ancona, Macerata, Pesaro-Urbino, Fermo. Abbiamo lavorato per avere una conoscenza minuziosa di tutte le società che gravitano all'interno di questo territorio, dall'U17 all'U10 (2005-2012), frequentando allenamenti, partite, società affiliate, tornei, rappresentantive. Con i nuovi innesti nell'area scouting vogliamo espanderci ancora di più in vista della stagione sportiva che verrà. A livello operativo – ha proseguito - comunico agli osservatori, il giovedì mattino, quali partite dovranno coprire nel weekend, in base agli obiettivi prefissati. Ad esempio nel prossimo weekend riusciremo a vedere 16 partite, dunque 32 squadre. Nello specifico Danilo Stefani vedrà 3 partite tra sabato e domenica delle categorie esordienti e pulcini, Stefano Pizzi vedrà 4 partite tra sabato e domenica delle categorie giovanissimi e pulcini, Andrea Lunadei vedrà 2 partite sabato delle categorie giovanissimi ed esordienti, Francesco Beccaceci vedrà 6 partite tra sabato e domenica delle categorie allievi/giovanissimi/esordienti, e il sottoscritto vedrà una partita sabato della categoria giovanissimi. Dalla prossima settimana inoltre saremo presenti a tutti i tornei: torneo Velox (Allievi e Giovanissimi), Memorial Buccolini (Giovanissimi), Trofeo Marche (Giovanissimi), Torneo Cleti (Esordienti), Torneo Città di Jesi (Allievi e Giovanissimi), Torneo Venanzoni (Allievi e Giovanissimi)».

Scendendo nel dettaglio: «Ciò che andiamo ad osservare nei giovani calciatori non sono solo le capacità tecnico-tattiche – ha continuato Bellavista - ma anche carattere, applicazione, motivazione, disponibilità (sia in allenamento che in partita). Chiaramente va fatto un distinguo tra quello che viene ricercato in un ragazzo sopra ai 14 anni e sotto ai 13 anni. Nel primo caso i nostri osservatori sanno quali aspetti guardare per ogni ruolo, nel secondo caso invece è importante individuare capacità coordinative e l'attitudine alla pratica calcistica. Ad ogni modo siamo molto attenti all'aspetto caratteriale. Ricerchiamo ragazzi con mentalità e coraggio, determinati, con velocità di apprendimento e capacità cognitive, e che sanno reagire velocemente ad eventi negativi. È fondamentale anche saper andare oltre la prestazione, capire l'intenzione del giocatore. Lavoriamo per selezionare calciatori che possono rimanere nel settore giovanile per più anni e magari un giorno esordire in prima squadra. Ci tengo a sottolineare – ha concluso Bellavista - che con il nostro reparto Scouting saremo presenti anche ai camp di Cingoli e Ancona. Mi auguro ci saranno tante presenze perché per noi sarà sicuramente un'occasione importante per vedere ancor più ragazzi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona, quando i successi passano dal “domani”: lo scouting alza il tiro e fissa gli obiettivi

AnconaToday è in caricamento