rotate-mobile
Calcio

Osimana, visita alla leader. Bambozzi «D'ora in avanti, saranno tutte...finali»

I giallorossi sono attesi dalla capolista Atletico Ascoli, ancora imbattuta tra le mura amiche. «Match difficile, ma da qui in avanti ogni partita sarà fondamentale»

La seconda sconfitta interna in campionato, ed il contemporaneo balzo in avanti delle dirette pretendenti alla zona play-off ha fatto scivolare l’Osimana fuori dalla “top 5”, dalle posizioni che rappresentano l’élite dell’Eccellenza nelle quali i giallorossi hanno stabilmente stazionato in pratica da inizio torneo. La prossima giornata presenta alla formazione di mister Mobili un vero esame di maturità, un test severo contro la capolista Atletico Ascoli ancora imbattuta al Velodromo Monticelli, ma intenzionata a tornare a vincere davanti al proprio pubblico dopo essere stata fermata sullo 0-0 lo scorso turno dalla Maceratese.

«Sarà un match che dovremmo affrontare esattamente come tutti gli altri – dice Lorenzo Bambozzi – senza pensare al fatto che saremo di scena sul campo della capolista. L’approccio a queste gare deve essere lo stesso, e cercare di fare una prestazione di livello. Esattamente come quella che, peraltro, abbiamo fatto domenica: al termine della partita ci è rimasto molto amaro in bocca, perché venivamo da una incontro come quello con la Sangiustese in cui abbiamo visto sfumare la vittoria proprio alla fine. E contro il Valdichienti abbiamo offerto una prestazione valida, ma sono stati due episodi a condannarci: aggiungo anche che l’applauso che ci hanno fatto i tifosi a fine gara credo sia la testimonianza non solo del loro supporto, ma anche della qualità e del grande impegno che abbiamo messo in campo».

Il primo...check-point stagionale vede un’Osimana in attivo, considerando la costanza permanenza nel gruppo delle migliori. Ma bisognerà comunque attendere l’ultima porzione di campionato, che fornirà la parte più cospicua del materiale necessario a trarre le dovute conclusioni. «E’ un’annata per il momento positiva – conferma il centrocampista – ma ancora manca parecchio per cui è prematuro stilare bilanci. Con circa un terzo di campionato ancora da giocare, ogni partita adesso diventa fondamentale, quasi come una finale, per evitare di perdere terreno in classifica: un motivo in più per affrontare ogni incontro con la stessa determinazione, a prescindere dall’avversario».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Osimana, visita alla leader. Bambozzi «D'ora in avanti, saranno tutte...finali»

AnconaToday è in caricamento