Calcio

Savini, il Capitano indica la rotta: «Portuali, lo spirito è quello giusto»

Il difensore della formazione dorica, assente nelle prime due gare di campionato, ha ripreso il suo posto in campo dal match di Fermignano. E sabato scorso ha firmato la prima delle due reti contro il SassoGenga

Nelle prime due giornate era stato costretto alla tribuna a causa di un problema fisico. Da Fermignano, invece, ha ripreso il suo posto al centro della difesa mettendo come di consueto tutta l’esperienza accumulata al servizio della squadra. Capitan Andrea Savini, sabato scorso con il Sassoferrato Genga, ha firmato personalmente l’1-0 con una rete di testa alla sua maniera sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Un gradito ed importante ritorno per i “Dockers”, che contano molto sul contribuito fornito da un giocatore che nella sua carriera ha calcato palcoscenici importanti (Eccellenza e Serie D) e vestito le casacche di club come Riccione, Montegranaro, Fermana, Camerano e Biagio Nazzaro.

«Sempre bello rientrare e giocare nuovamente davanti al nostro pubblico – dice il capitano della formazione dorica - seppur ridotto a causa di questa normativa. Tra Covid, Dpcm e infortuni è stata dura rimanere fermi e guardare i compagni dalla tribuna. Per questo motivo, riprendere quella che è la nostra quotidianità fatta di allenamenti e partite è stata un’autentica liberazione. Per un difensore segnare non è mai semplice, sono contento di averlo fatto ma la cose che maggiormente ha reso importante l’ultimo sabato è stato il successo arrivato nelle battute finali. Dove possiamo arrivare? Intanto alla salvezza, poi si vedrà. Siamo una matricola in un campionato di Promozione difficilissimo, impreziosito dai tanti over che non hanno trovato posto in Eccellenza a causa dell’aumento degli Under. Dovremo battagliare su ogni campo – conclude Savini - e contro ogni avversario ma lo spirito del nostro gruppo è proprio questo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Savini, il Capitano indica la rotta: «Portuali, lo spirito è quello giusto»

AnconaToday è in caricamento