rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Calcio

Verso Ancona-San Donato, Colavitto: «Un digiuno di vittorie da interrompere»

Il tecnico biancorosso parla delle quattro giornate trascorse senza successi: «Finalizziamo poco, ma creiamo tanto: ora ci aspetta una gara complessa, ma siamo pronti»

Gianluca Colavitto definisce “momenti di plateau emozionale” quelli attraversati dall’Ancona in questa fase così delicata. Momenti che vanno superati, perché poi “se arriviamo in fiducia ai play-off, tutto è possibile”. L’occasione per svoltare è nella sfida inedita al “Del Conero” contro il San Donato Tavarnelle, che costituisce una prima tappa nel cammino che deve portare, in primis, a difendere quel quarto posto che consentirebbe ai biancorossi di approcciare proprio agli spareggi promozione in posizione privilegiata.

«Mi aspetto una partita complicata – spiega Colavitto – che dobbiamo essere capaci di rendere semplice. Il San Donato Tavarnelle sta facendo un filotto importante di risultati utili. Il rendimento che sta tenendo negli ultimi tempi ne segnalano una netta crescita. Anche all’andata ci diede filo da torcere, ma noi siamo pronti. L’Ancona? Sono quattro giornate che non riusciamo a vincere, vogliamo fare di tutto per interrompere questo digiuno. Può capitare nell’arco di un campionato; di positivo c’è che non abbiamo subito una serie di sconfitte, e questo grazie soprattutto alla capacità dei ragazzi di tirare fuori il cuore nei momenti difficili. In settimana ho preferito porre l’accento sugli aspetti positivi dell’incontro di Lucca: ho rivisto una squadra ordinata in campo, soprattutto quando non era in possesso palla e questo è un buon punto di partenza”.

La lingua va, inevitabilmente, a battere dove il dente duole. E cioè sul quel pacchetto avanzato che nelle ultime settimane sta faticando a trovare continuità realizzativa. «Finalizziamo poco, questo sì – dice il mister dorico – però tolta la partita di Lucca, che è stata bloccata da ambo le parti, nelle altre gare davanti si è creato molto: se solo ripenso alle partite con la Vis e con l’Entella c’è da rammaricarsi parecchio. Guardiamo avanti, certo, però durante l’anno siamo stati penalizzati da diversi problemi fisici di carattere per lo più traumatico, cosa che non ci ha aiutato».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Ancona-San Donato, Colavitto: «Un digiuno di vittorie da interrompere»

AnconaToday è in caricamento