Lunedì, 15 Luglio 2024
Calcio

Ancona, l'a.d. Nocelli svela i piani: «Il patron Tiong vuole la B in tre anni»

L'amministratore delegato a 360° tra modifiche nell'organigramma societario (Roberto Ripa resterà supervisor dell'area tecnica senza ulteriori deleghe) e progetti per un futuro che verrà pianificato con il massimo rispetto del budget stabilito

Questo pomeriggio, nella sede dell’Ancona, si è svolta la conferenza stampa tenuta dall’Amministratore delegato, Roberta Nocelli. Piuttosto chiaro il pensiero della dirigente del club biancorosso, che si è fatta portavoce del patron Tiong ed ha illustrato presente e futuro della società toccando vari temi. «Sono qui per esprimere il pensiero di Tony Tiong in modo chiaro. Il Presidente e principale finanziatore del club ci ha comunicato il budget stagionale a disposizione per la squadra e per il centro sportivo. In questa stagione ci sono stati tanti cambiamenti rispetto al piano finanziario preventivato. Sono stati messi a budget entrate e uscite con queste ultime che sono andate fuori controllo. Tuttavia, il Presidente non ha lasciato l’Ancona in difficoltà. Ha coperto lo sforamento perché è una persona che mantiene gli impegni, un Presidente serio che desidera che gli input siano rispettati. E’ compito del Cda fare in modo che questo si verifichi».

«Tiong non vuole sorprese – ha proseguito l’a.d. biancorosso – e per questo il motivo il Presidente ha chiesto chiarezza. Ha voluto capire quelli che erano gli impegni per la prossima stagione: monte ingaggi, staff tecnico e settore giovanile. E’ una persona ambiziosa che non fa cose tanto per farle, non è ad Ancona per rimanere pochi anni e poi sparire, ha dato delle regole da rispettare. Durante il Consiglio di amministrazione di stamattina, ci ha dato indicazioni. Sono state revocate le deleghe a Roberto Ripa che resterà supervisore dell’Area tecnica e si dedicherà a quelle che sono le sue competenze. Io farò quello che ho sempre fatto, amministrando la società rispettando la volontà di chi paga. Il Direttore sportivo Francesco Micciola costruirà la squadra potendo contare sul supporto di Ripa. Naturalmente rispettando tassativamente il budget stabilito. Roberto supervisionerà la prima squadra, ma anche le compagini del Settore giovanile».

Resta piuttosto chiara la “goal line” dell’Ancona nella prossima stagione: obiettivo crescita, e pianificazione per gradi di un eventuale salto di categoria. «Il Presidente ovviamente vuole fare meglio della scorsa stagione – conferma Nocelli – ed aspira a un piazzamento migliore rispetto allo scorso anno ma non puntiamo a vincere il campionato. Ha detto che vuole la Serie B in tre anni partendo da oggi, perché deve costruire tutto quello che è necessario per rimanerci. Il mercato? La volontà è di continuare a portare avanti il progetto in maniera seria, dando le competenze secondo le capacità. Micciola con il Presidente avrà un contatto diretto, io non ho mai trattato i calciatori né i loro compensi. Ho sempre eseguito la volontà di una proprietà con un budget assegnato, che è quello che faremo. L’avallo per i nuovi giocatori arriverà attraverso me con il Presidente, che è colui che paga e come tale ha il diritto di sapere e di scegliere».

La chiusura dell’intervento dell’amministratore delegato è dedicata all’aspetto marketing, al Centro Sportivo ed alla location delle amichevoli della squadra di mister Donadel. «Abbiamo fatto cambiamenti, non siamo soddisfatti di quello che è stato fatto lo scorso anno. Nei prossimi giorni comunicheremo il nome di una nuova azienda che ci segue e ci seguirà che farà commerciale. C’è molto da lavorare, i risultati incidono sull’attaccamento all’Ancona. Il Centro sportivo? Aspettiamo che il consiglio comunale ci dia l’assegnazione definitiva per andare dal notaio e acquistare il terreno. Un investimento importante, prima un campo e spogliatoi per poi costruire tutto quello che sarà. Per ciò che concerne le amichevoli, le disputeremo tutte a Cingoli perché vogliamo portare i tifosi sul territorio, con il desiderio di avvicinarne di nuovi. Vorremmo creare una base estiva dell’Ancona in quella zona bellissima, con i Camp abbiamo più che raddoppiato i numeri. Nei prossimi giorni – conclude – sveleremo il programma».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona, l'a.d. Nocelli svela i piani: «Il patron Tiong vuole la B in tre anni»
AnconaToday è in caricamento