rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Calcio

Ancona-Reggiana, il day after. Il dg Roberta Nocelli: «Week-end intenso e una gioia infinita»

Il direttore generale del club dorico racconta due giorni caratterizzati da emozioni forti. «Grande lavoro dei nostri collaboratori a tutti i livelli, parte integrante nell’organizzazione della partita: perchè si vince tutti insieme»

«Ripartiamo da qui, dalle emozioni che ci ha regalato la giornata di sabato». Parole e musica del Direttore generale e a.d. dell’Ancona, Roberta Nocelli: una ripartenza dolcissima, accompagnata dall’affetto dei tanti tifosi accorsi al “Del Conero” nella sfida contro la Reggiana. Affetto che la squadra ha ripagato con una vittoria di grande valore, non solo per i tre punti messi in palio dal big match contro la capolista in un pomeriggio che ha regalato emozioni forti. «Sono stati momenti intensi – spiega – non solo per la prestazione fornita dalla squadra, ma anche per tutta l’organizzazione. Abbiamo ospitato i ragazzi delle società affiliate, oltre ai nostri del settore giovanile. E’ stato bellissimo vederli tutti insieme mentre applaudivano ed incitavano l’Ancona. Lo hanno fatto anche quelli provenienti da fuori provincia. A fine partita, mentre il pubblico festante defluiva, i piccoli calciatori del Corridonia intonavano cori a favore dell’Ancona».

«Stiamo gettando le basi per ricostruire un percorso che si era perso nel tempo per tante ragioni che non hanno bisogno di essere ricordate – ha proseguito la Nocelli ed ho voluto ringraziare personalmente Renato Bussolari per aver partecipato, con la Nuova Folgore, società che rappresenta, con 100 ragazzi presenti. Sono stata molto felice di avere sugli spalti anche le campionesse italiane ed europee del Città di Falconara, credo anche loro rappresentino un orgoglio per il territorio. Tre punti, 5209 spettatori, una gioia infinita. Sulla partita le parole si sono sprecate, io posso solo ringraziare mister Colavitto e a tutti ragazzi della rosa per aver conquistato la vittoria contro la capolista. Incluso D’Eramo, che è infortunato ma è sempre molto vicino al gruppo. Noi siamo con lui, specialmente in questo momento che ha perso una figura cara come la nonna. Ci tengo a dare risalto al grande lavoro da parte dei nostri collaboratori a tutti i livelli, a coloro che sono parte integrante nell’organizzazione della partita, si vince tutti insieme, non dimentichiamocelo mai».

Il d.g. del club dorico torna anche sulle criticità legate alla viabilità in alcune occasioni. «So bene che abbiamo un problema di viabilità in occasione delle partite segnalate come a rischio da parte del Ministero. Nei prossimi giorni incontrerò l’assessore Foresi, che si è dimostrato come sempre disponibile, e il comandante dei vigili urbani. Le decisioni ovviamente spettano sempre alla Questura: detto questo, proveremo, come abbiamo fatto sino ad ora, a dialogare per trovare una soluzione e se ne esiste una, sono sicura che sarà messa in campo. Lavoriamo tutti nell’interesse comune, credo che il percorso che stiamo facendo sia sulla via giusta, ma come in ogni aspetto e per come sono abituata a muovermi, ritengo che ogni cosa abbia i suoi tempi e modi per essere risolta o migliorata, senza proclami o scatti in avanti da parte di nessuno sottolineando il rispetto delle regole e dei ruoli».

Questo fine settimana intensissimo ha previsto anche la presentazione agli sponsor del club del rendering del nuovo Centro Sportivo, un momento importante per un progetto c he riveste una posizione centrale nel futuro della società dorica. «Lo avremmo voluto condividere a Natale ma non è stato possibile – dice la d.g. - e pertanto con l’arrivo di Tony Tiong ad Ancona in questi giorni, siamo riusciti a riunire presso la nostra sede gli sponsor che ci hanno dato fiducia. Siamo certi che la nostra idea di calcio e di futuro sia la ricetta giusta per garantire continuità e radicamento, l’Ancona con il suo centro sportivo capitalizza le risorse ed acquisisce un valore importante che la renderà un punto di riferimento per il calcio marchigiano e non solo. Quello che conta è non avere fretta, ma costanza, ambizione nel progettare e programmare l’Ancona che verrà».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona-Reggiana, il day after. Il dg Roberta Nocelli: «Week-end intenso e una gioia infinita»

AnconaToday è in caricamento