rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Calcio

L’Ancona si raduna, Colavitto suona la carica: «Il presidente Tiong dovrà essere contento di noi»

La squadra si è ritrovata alla Figc per partire alla volta del ritiro di Cascia dove rimarrà fino al prossimo 13 agosto

ANCONA- Ancona, primo atto. La truppa biancorossa si è radunata questa mattina – 25 luglio – intorno alle 9.30 dal piazzale della Figc Marche di via Schiavoni per poi partire alla volta del ritiro di Cascia dove rimarrà fino al prossimo 13 agosto. In Umbria, i dorici disputeranno quattro amichevoli per poi far rientro nelle Marche verso i primi impegni ufficiali. Il 21 agosto, infatti, è previsto il primo turno di Coppa Italia mentre sette giorni dopo scatterà il campionato di Serie C 2022-2023 (sorteggi il 2 agosto alle 12 in diretta su Raisport). Le parole che hanno preceduto la partenza, come spesso accade, sono state affidate al tecnico Gianluca Colavitto (nella foto sotto con l'ad Roberto Ripa, ndr)    

 Colavitto e Ripa-2:

«Adesso tocca a noi lavorare in maniera seria e rispettosa. Vorrei che il presidente Tony Tiong fosse contento della sua squadra e lo dirò ai ragazzi sin da subito. Ogni stagione ha le sue difficoltà, nel girone B (giovedì 28 luglio il Consiglio federale giudicherà le ammissioni come ripescate di Fermana e Torres al posto di Teramo e Campobasso, ndr) potenzialmente ci sono tecnici che sanno bene come si vince e penso ai vari Braglia, Toscano ma non sono i soli. Il ritiro è iniziato tardi? Sapevamo di partire un po’ dopo le altre, sappiamo che la squadra dovrà essere ancora completata ma non cambia niente rispetto al nostro lavoro».

Proprio il mercato tiene banco in queste ore con il direttore sportivo Francesco Micciola che vuole chiudere al più presto le operazioni legate al difensore centrale Davide Mondonico (’97) in arrivo dal Crotone e alla mezzala Lorenzo Paolucci (’96) ex Teramo, Reggina e Monopoli nell’ultima stagione con l’Union SG (Serie A belga) e prossimo a rientrare in Italia: «Un paio di tasselli arriveranno poi, come ha detto il direttore, terremo libero qualche slot per vedere strada facendo come muoversi. Per Mondonico e Paolucci sono sereno, aspetto e non mi fascio la testa. I giocatori che abbiamo devono credere fermamente in loro stessi perché le potenzialità le hanno. Il capitano? Non l’ho ancora deciso…».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Ancona si raduna, Colavitto suona la carica: «Il presidente Tiong dovrà essere contento di noi»

AnconaToday è in caricamento