Sabato, 13 Luglio 2024
Calcio

Ancona-Perugia, il commento di Colavitto e gli highlights della gara

Grande la soddisfazione del tecnico dei biancorossi: «Mi fa piacere che i ragazzi abbiano lottato per la maglia, hanno interpretato bene tutti i cento minuti della partita e vedo dei concetti che si stanno consolidando»

E’ cambiato il vento. Che ora soffia convinto sulle vele di un’Ancona che in dieci giorni ha saputo cambiare pelle e mettere in cascina sette punti, frutto di due vittorie ed un pareggio, buoni per rivitalizzare l’ambiente, modificare un’andatura molto – troppo – compassata e conferire alla graduatoria sembianze più rassicuranti. L’ultima affermazione, poi, è di quelle pesanti: non era affatto scontato far inchiodare un Perugia lanciato da una lunga serie di risultati positivi. I biancorossi ci sono riusciti al termine di un match interpretato nel modo corretto, dopo un primo tempo di sacrificio ed un secondo dominato fino a metà frazione, con due reti – ma sarebbero potute essere tre – che hanno spaccato il confronto.

«Per la legge dei grandi numeri prima o poi il Perugia avrebbe dovuto perdere – afferma il “Comandante” Gianluca Colavitto – ma io sono contento per la mia squadra, perché vedo dei concetti che si stanno consolidando, e perché era importante che gioissero di nuovo davanti al pubblico di casa: in questo modo la settimana scorre più bella. I ragazzi hanno sofferto e si sono anche divertiti: anche soffrire è bello, lo abbiamo fatto contro una squadra che fino a quattro mesi fa giocava in Serie B, quindi siamo doppiamente contenti. Nel primo tempo il Perugia ci ha fatto correre, ma alla fine contano i tre punti. L’approccio del secondo tempo è una costante che abbiamo avuto in queste tre partite, la squadra è entrata in campo decisa».

Il tecnico dei dorici si sofferma anche sul cambio di Peli, che ha timbrato il raddoppio ad una manciata di secondi dal suo ingresso in campo, e sul prossimo banco di prova sul campo della capolista Torres, mantenendo però un profilo rigorosamente basso. «A Peli ho detto di entrare e cercare di lavorare bene – spiega il mister – e lui è entrato nel modo giusto, ma più in generale mi fa piacere che i ragazzi abbiano lottato per la maglia: hanno interpretato bene tutti i cento minuti della partita. Sappiamo di aver portato a casa i tre punti, ma ci aspetta un’altra partita importante contro la capolista. Dobbiamo ragionare partita dopo partita, non mi voglio incensare: ho sempre cercato di capire dove fossero i miei errori e dove cercare di migliorare. Ora testa a Sassari».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona-Perugia, il commento di Colavitto e gli highlights della gara
AnconaToday è in caricamento