rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Calcio

Ancona-Olbia, Colavitto si accontenta: «Poteva finire male»

L'allenatore dorico sottolinea ancora il valore degli isolani: «E' stata la partita che mi aspettavo contro una squadra forte, sbloccata da una prodezza di Ragaztu: ci prendiamo questo punto che muove la classifica »

In casa Ancona si vuole guardare il bicchiere mezzo pieno. La rovesciata di Ragatzu avrebbe potuto anche lasciare i dorici a bocca asciutta, quando invece il guizzo di Simonetti ha permesso di uscire dal Del Conero con un punto. Cosa affatto scontata, visto che le difficoltà incontrate nel fare adeguatamente male all’Olbia avrebbero potuto anche sfociare in un secondo passo falso consecutivo dopo quello di Fermo. «E’ stata la partita che mi aspettavo – ha detto il tecnico biancorosso – che si è sbloccata su una palla inattiva con una prodezza di Ragatzu. Sapevamo di affrontare una squadra forte, la classifica non deve ingannare. Mi dispiace di aver preso gol poco prima della fine del primo tempo, nella ripresa sarebbe potuto venir fuori altro, ma è un punto che muove la classifica, oggi poteva finire davvero male. Continuiamo a fare il nostro percorso, anche se purtroppo abbiamo buttato tanti punti nel girone di andata». Colavitto analizza anche le scelte fatte: «Melchiorri a sinistra? Ho preferito schierare Moretti al centro. Uno con le sue caratteristiche avrebbe potuto causare problemi ad Emerson. Il “cigno” può fare tutto, non ha posizioni fisse. Basso? Era giusto premiarlo, ha fatto anche un buon lavoro in ampiezza, proprio quello che gli avevo chiesto. Comunque sono contento di tutti i miei ragazzi, chi è entrato ha dato il suo contributo».

A risultare provvidenziale ai fini del risultato finale è stata la...testa di Pier Luigi Simonetti: è toccato a lui, proprio come aveva fatto contro la Lucchese, rimettere la situazione in equilibrio: «Sapevamo che era difficile – ha dichiarato in sala stampa - nel primo tempo non ci è riuscito quello che avevamo preparato in settimana. L’Olbia non ci ha messo in difficoltà, ha trovato la rete solamente grazie ad una giocata personale, meno male che alla fine il fattore campo ha inciso, è ci prendiamo questo punto». Il centrocampista dorico ha poi commentato il suo gol, il terzo con l’Ancona. «Melchiorri mi ha offerto un bel pallone, con Federico ci stiamo imparando a conoscere. Ci è riuscito quello che proviamo in allenamento. La prestazione è la conseguenza alla sconfitta di Fermo? Nessuno strascico, anzi eravamo determinati e pronti a recuperare il terreno. Dobbiamo però imparare a stare più calmi: le partite durano 95 minuti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona-Olbia, Colavitto si accontenta: «Poteva finire male»

AnconaToday è in caricamento