rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Calcio

Ancona, un lunedì dal retrogusto amaro. Roberta Nocelli: «Più attenzione e concretezza»

Il direttore generale analizza la sfida pareggiata in casa contro l'Olbia e si proietta già al big-match contro l'Entella: «Mi auguro di vedere lo stesso pubblico presente con la Reggiana: caldo, appassionato, che ha aiutato non poco i ragazzi a vincere»

Il mese di febbraio ha rallentato la marcia di un Ancona che, a grandi falcate, era riuscita a portarsi a ridosso del podio. Il passo falso e mezzo nelle ultime due sfide ha sicuramente complicato i piani della squadra biancorossa: una sconfitta a Fermo ed un pari contro l’Olbia che hanno visto la sola Carrarese lesta nell’approfittarne, a differenza del resto della comitiva, ma che obbligano anche i dorici a non sottovalutare la compagine toscana ora quinta con appena quattro lunghezze di ritardo. Diventano sette quelle da recuperare all’Entella, che la prossima settimana sarà proprio al “Del Conero”, in quella che rappresenta l’ultima occasione utile per ricucire lo strappo e pensare, davvero, di riuscire a scalzare una delle “big” che occupano i primi tre posti.

Del pareggio casalingo con l’Olbia e della prossima importante sfida contro i liguri ha parlato il d.g. del club anconetano ed amministratore delegato, Roberta Nocelli. «È un lunedì che ha un retrogusto amaro. Non siamo stati aggressivi come in altre partite questo è certo, perlomeno nel primo tempo. Subita la rete dello svantaggio per noi è diventato tutto più difficile, ma questo credo sia un aspetto che già sapevamo chiaramente. Nella ripresa abbiamo preso d’assalto il campo ma è ovvio che una squadra che ha bisogno di fare punti per risalire la china come l’Olbia, non badi più al gioco. Hanno chiuso gli spazi e sigillato l’area di rigore, siamo stati bravi poi a trovare la strada giusta per rimettere in parità la situazione».

«Dovremmo essere più attenti da qui alla fine – conclude – e rischiare il meno possibile, come pure dobbiamo ritornare a colpire gli avversari quando si presentano le occasioni, ci vuole concretezza nell’immediato. Ora concentriamoci sul prossimo avversario che all’andata abbiamo fatto gioire nonostante il nostro doppio vantaggio. In occasione della partita con l’Entella (domenica alle 14.30), mi auguro di vedere lo stesso pubblico presente con la Reggiana. Quello caldo, appassionato, che ha aiutato non poco i ragazzi a vincere».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona, un lunedì dal retrogusto amaro. Roberta Nocelli: «Più attenzione e concretezza»

AnconaToday è in caricamento