Domenica, 21 Luglio 2024
Calcio

Ancona, chi è Marco Donadel, tecnico veneto che sostituirà Colavitto sulla panchina dei dorici

Veneto, quarant'anni tra pochi giorni, assumerà per la prima volta l'incarico di primo allenatore dopo le esperienze nel settore giovanile della Fiorentina e di vice di Vanoli allo Spartak Mosca, nella serie A russa

Il tam tam cominciato la vigilia di Pasqua ha trovato riscontri ovunque, prima del cominicato ufficiale vero e proprio. Persino su Wikipedia, dove nella serata di domenica è stato aggiornato il suo curriculum da allenatore, inserendo la squadra biancorossa come suo attuale domicilio professionale. E', quindi, Marco Donadel il nuovo allenatore dell’Ancona: decisione che è stata presa l’indomani della brutta sconfitta subita dai dorici in quel di Alessandria, ufficializzata nella giornata di martedì, in tempo per permettere a Donadel di dirigere il primo allenamento. Il club dorico ha deciso quindi di puntare su un profilo giovane, non sono anagraficamente, per provare ad invertire il trend di questi ultimi due mesi, che ha visto la squadra dorica raccogliere solo le briciole e scivolare indietro in graduatoria, al punto da rendere tutto in salita il cammino nei play-off promozione che scatteranno a fine mese.

Chi è Marco Donadel

Veneto, nativo di Conegliano, per Donadel è proprio il caso di dire che la vita – perlomeno quella professionale – comincia a...40 anni, età che compirà il prossimo 21 aprile e che porterà come regalo il primo incarico da primo allenatore. Calcisticamente parlando, cresce nel settore giovanile del Milan, squadra che lo fa debuttare in Serie A un mese prima del compimento della maggiore età a marzo del 2001, nel match che i rossoneri disputano a San Siro contro il Parma, mentre il battesimo nel palcoscenico europeo arriva nel settembre successivo (un quarto d’ora contro il Bate Borisov in Coppa Uefa). Dopo la stagione a Lecce in B, quella nella massima serie a Parma e la parentesi breve alla Sampdoria, Donadel arriva a Firenze: vestirà la maglia viola 220 volte, prima di trasferirsi al Napoli (con cui vincerà la Coppa Italia 2011/2012) e chiudere la sua carriera sul campo a Verona e nel quadriennio canadese con la casacca dei Montreal Impact. Nel suo palmares figurano anche i due bronzi del 2004, ottenuti con la Nazionale Under 21 – di cui è stato capitano – terza agli Europei di categoria ed ai Giochi Olimpici.

Conclusa la sua avventura da calciatore, Donadel ha fatto ritorno a Firenze in qualità di tecnico del settore giovanile del club viola, alla guida delle squadre Under 16 ed Under 17, e quindi come collaboratore di Cesare Prandelli e Giuseppe Iachini nella prima squadra. L’ultima esperienza risale all’avventura russa sulla panchina dello Spartak Mosca, in qualità di assistente del primo allenatore Paolo Vanoli, che si è conclusa con la vittoria della Coppa di Russia nella finale-derby con la Dinamo. Ora per il mister veneto il banco di prova Ancona: appena due incontri prima di tuffarsi nei play-off, e convincere così la dirigenza di essere l’uomo giusto al posto giusto, e soprattutto nel momento giusto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona, chi è Marco Donadel, tecnico veneto che sostituirà Colavitto sulla panchina dei dorici
AnconaToday è in caricamento