rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Calcio

Colavitto-Ancona, è divorzio: il tecnico è stato ufficialmente sollevato dall'incarico

L'esonero del tecnico campano arriva a seguito di un periodo negativo che ha portato i biancorossi a mettere in cassaforte appena sette punti in dieci gare

Fine della corsa. E' ufficiale l’annuncio del divorzio tra l’Ancona e Gianluca Colavitto. Il tecnico di Pozzuoli, legato peraltro alla società biancorossa da un altro anno di contratto, paga le difficoltà emerse negli ultimi due mesi, che hanno portato i dorici a fare i conti con una frenata che sta compromettendo quanto di buono fatto nei mesi precedenti. Perché questo 2023 ha messo in mostra un’Ancona a due facce: quella in grado di arrivare addirittura a fare un pensierino al terzo posto, distante appena due lunghezze al termine del filotto di sei vittorie e due pareggi culminato col 2-1 alla capolista Reggiana del 12 febbraio scorso, e quella degli ultimi due mesi. Da carnevale in avanti la squadra biancorossa non è stata più in grado di ritrovare continuità sotto il profilo dei risultati, palesando anche evidenti limiti caratteriali, emersi in particolare nelle difficoltà a reagire adeguatamente al cospetto delle difficoltà ma anche nel nervosismo che ha avuto come conseguenza errori e cartellini – anche rossi – evitabili.

Il tecnico Colavitto ha più volte sottolineato come siano stati gli episodi sfavorevoli a far infilare quest’Ancona, da ricercare negli infortuni fisici, in qualche svista arbitrale e più in generale in una ruota che non ha mai girato in un senso favorevole. Sarà anche così, ma intanto contro l’Olbia in casa ed a Lucca è stato Simonetti nel finale a mettere una pezza evitando la sconfitta, compito poi svolto da Paolucci contro la Carrarese, a Fermo è arrivata la sconfitta in un derby giocato per un tempo in superiorità numerica, per non parlare dei fallimentari scontri diretti casalinghi (perso malissimo contro l’Entella e di misura contro il Cesena). Alla fine, con il fondo toccato ad Alessandria, i punti nelle ultime dieci uscite sono stati appena sette, una media più consona ad una formazione che deve mantenere la categoria, non certo ambiziosa e impegnata a guardare con interesse al piano superiore.

Il cambio di guida tecnica dovrà pertanto assumere i contorni di “sferzata” a beneficio di un gruppo che sembra aver perso fiducia e consapevolezza nei propri mezzi, ma anche per eliminare qualsiasi tipo di alibi ad una squadra che adesso è chiamata a dare tutto nella volata conclusiva. Colavitto (insieme ai suoi collaboratori, Marco Noviello e Gerardo Fiorillo) prenderà commiato dall’Ancona dopo essersi complessivamente seduto sulla panchina biancorossa 80 volte, con un score complessivo di 34 vittorie, 19 pareggi e 27 sconfitte. Le redini del gruppo verranno prese con ogni probabilità da Donadel: con l’augurio che il numero di partite che il mister veneto dovrà affrontare alla guida dei dorici sia il più elevato possibile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colavitto-Ancona, è divorzio: il tecnico è stato ufficialmente sollevato dall'incarico

AnconaToday è in caricamento