Domenica, 21 Luglio 2024
Calcio

Ancona, parla Micciola: «Costruiremo una squadra per portare passione ed entusiasmo»

Il direttore sportivo del club dorico spiega la scelta di confermare Donadel e fa il punto sulle trattative in entrata e uscita: «Faremo un mercato "sostenibile", cercheremo di abbassare il monte ingaggi e punteremo su giovani di valore»

Con l’imminente inizio del ritiro a Cingoli, si aprirà ufficialmente la stagione 2023/2024 dell’Ancona. A sancire lo start della nuova avventura che vedrà protagonista la squadra biancorossa, è stata però la conferenza stampa organizzata presso la sede del club, in Via Schiavoni. A prendere la parola è stato il direttore sportivo Francesco Micciola, alla presenza del tecnico Donadel, sul quale il dirigente della società dorica si è soffermato spiegando i motivi della sua riconferma.

«La scelta di confermare il mister – ha detto – l’ho condivisa sin dal primo giorno. In questo mese e mezzo di lavoro ho apprezzato tante cose di lui. E’ un allenatore giovane, con un futuro roseo davanti a sé: quando il presidente Tiong mi ha chiesto un parere su di lui, non ho potuto far altro che parlarne bene. E’ stata una scelta condivisa con la società, sono convinto che sia lui il nostro valore aggiunto. Il mister non lo conoscevo, ma visto che lavoro per l’Ancona, io penso sempre di operare per il bene del mio club: strada facendo ho apprezzato molto la sua sincerità, abbiamo anche avuto modo di chiarire alcune incomprensioni avute in passato. Sono convinto della scelta fatta, è un allenatore che ha molta passione e che crescerà, poi sta a me mettergli a disposizione giocatori bravi e funzionali alla sua idea: da parte mia ce la sto mettendo tutta, vogliamo creare una squadra competitiva e sono sicuro che faremo bene».

«Quando faccio il mercato – ha proseguito Micciola – è normale che condivida il mio lavoro con l’allenatore: il primo che interpello è lui, è importante lavorare in sintonia. Abbiamo optato per un anno di contratto perché desideriamo costruire qualcosa di importante, poi sarà la proprietà a decidere: mi auguro che il mister a fine anno possa fare bene, perché si merita chiamate di categorie superiori. La proprietà mi ha chiesto di abbassare il monte ingaggi: sto facendo delle valutazioni, a volte devi fare scelte dolorose e impopolari. Bisognerà capire tante dinamiche, dovremo fare un mercato sostenibile, come vuole il club. Sono arrivati dei giovani che reputo bravi e sto lavorando per farne arrivare altri. Dovremo costruire una compagine che porti passione ed entusiasmo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona, parla Micciola: «Costruiremo una squadra per portare passione ed entusiasmo»
AnconaToday è in caricamento