Domenica, 14 Luglio 2024
Calcio

Ancona-Entella, l'analisi dell'a.d. Ripa: «La prestazione c'è stata, meritavamo di più»

L'amministratore delegato del club biancorosso invita a guardare avanti con ottimismo: «Serve equilibrio, sia quando le cose vanno bene che quando vanno male. Ai tifosi dico che sono stati straordinari, e che da qui alla fine tante cose possono ancora accadere»

A ventiquattro ore dalla battuta d’arresto subita al “Del Conero” contro l’Entella, l’Ancona si lecca le ferite e prova subito a voltare pagina, per evitare che gli strascichi di un k.o. pesante in una gara così attesa alla vigilia finiscano col condizionare la settimana di lavoro che conduce alla sfida del Porta Elisa, contro la Lucchese. Ad analizzare il passo falso è l’amministratore delegato del club biancorosso, Roberto Ripa: «Ci dispiace aver interrotto la striscia positiva che aveva contraddistinto il nostro cammino in casa – commenta – ma soprattutto, ci rattrista non aver potuto far gioire i nostri tifosi che già dalla rifinitura di sabato e ieri, sotto la pioggia, sono stati straordinari incitandoci per tutta la gara. Tuttavia la prestazione c’è stata: ho contato almeno sei palle gol: quelle di Paolucci e Mezzoni all’inizio, il palo colpito da Lorenzo e il diagonale di Moretti. Non dimentico nemmeno il tiro di Martina e la girata di De Santis dopo il calcio d’angolo. In mezzo abbiamo subito la rete di Tomaselli è vero, ma nella prima frazione meritavamo sicuramente di più».

«Nella ripresa – prosegue l’a.d. – abbiamo invece cercato di ripartire con lo stesso piglio del primo tempo ma siamo stati meno ordinati nel farlo. Poi, come spesso accade, gli episodi nel calcio incidono. A volte sono a tuo favore, come capitato con la Reggiana, altre no come ieri o come contro la Vis Pesaro. Il raddoppio dell’Entella, inoltre, arriva da un corner chiaramente in nostro favore che non ci è stato concesso. Sulla ripartenza il fuorigioco è sembrato evidente. Ma come noi abbiamo sbagliato le occasioni da gol, anche la terna arbitrale può commettere errori. Il rammarico è quello di non aver riaperto il match».

«Faccio i complimenti ai nostri avversari – conclude Ripa – che hanno mostrato maturità e concretezza, frutto di un lavoro lungo un decennio tra serie B e Lega Pro di vertice. Noi abbiamo iniziato da poco questo percorso e passo dopo passo stiamo mantenendo fede agli obiettivi che ci siamo posti, dentro e fuori dal campo. Noi, proprio come il nostro Presidente Tiong, crediamo tanto nei programmi e i sacrifici economici che il Patron sta facendo lo stanno a testimoniare. Questa sconfitta fa comunque parte di quel percorso. Ma serve equilibrio sia quando le cose vanno bene, sia quando vanno meno bene. Siamo in ballo su tutta la linea e ancora possono accadere tante cose e insieme alla squadra cercheremo di migliorare sempre la nostra posizione. Abbiamo un allenatore che, attraverso la sua filosofia, riesce a far giocare bene la squadra, a far divertire le persone e a far si che la squadra occupi una posizione classifica consona».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona-Entella, l'analisi dell'a.d. Ripa: «La prestazione c'è stata, meritavamo di più»
AnconaToday è in caricamento