rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Calcio

Ancona, ora o mai più: con la Carrarese per non veder sfumare il quarto posto

Al "Del Conero" arriva la formazione toscana che nelle ultime dieci uscite ha messo in cassaforte 24 punti. In tribuna anche il patron Tony Tiong

Vietato sbagliare. Davanti al patron Tony Tiong, che sarà in tribuna, davanti ai tifosi e ad una Curva Nord che in settimana ha chiamato a raccolta la città per stringersi attorno all’Ancona in un momento così delicato della stagione. Al “Del Conero” arriva la Carrarese, che si fregia del simbolico titolo di regina degli ultimi due mesi di campionato, trascorsi tenendo un ritmo forsennato e nei quali è riuscita a portare casa 24 punti, frutto di sette vittorie e tre pareggi in dieci uscite. Ed i toscani sono anche gli attuali proprietari di quel quarto posto per diverse settimane colorato di biancorosso, ma poi sfuggito a seguito di una evidente frenata che ha portato i dorici a fare bottino pieno una sola volta negli ultimi due mesi. Ma a volte fare “bingo” nel momento giusto vale di più, anzi il doppio, e non a caso si parla di gare “da sei punti” in palio: come quella contro la Carrarese, da battere senza se e senza ma qualora si voglia ancora considerare alla portata il piazzamento ai piedi del podio, che comporterà ingaggiare un duello rusticano anche con l’altra toscana (il Pontedera) ed il Gubbio per assicurarsi un turno in meno nei play-off.

In conferenza stampa il tecnico della formazione giallo-azzurra ha escluso dalla lista dei disponibili il solo Bernadotto, assenza che lancia il tandem offensivo composto dal bomber Capello (tredici reti in stagione) ed Energe. Dovrebbe pertanto essere confermata la presenza di D’Ambrosio come regista difensivo (in caso di forfait sarebbe pronto a rilevarlo l’esperto Marino, scuola Udinese ed ex Ascoli), con gli irrinunciabili Imperiale e Pelagatti a fungere da braccetti nel pacchetto arretrato a protezione di Breza, il quale ha scavalcato ultimamente nelle gerarchie Satalino. Sulle fasce i favoriti per una maglia da titolare sono Cicconi e Grassini – con Coccia come alternativa – mentre nella zona nevralgica del campo troveranno posto capitan Della Latta, l’argentino Schiavi (otto assist in stagione) e un Palmieri ultimamente preferito al più offensivo albanese Bozhanaj.

Al netto di eventuali sorprese, Colavitto dovrebbe invece ripresentare nell’undici di partenza Gatto e Simonetti al rientro dalla squalifica, in un centrocampo che sarà completato dal vincente del ballottaggio tra Paolucci e Prezioso. In avanti la coppia di esterni offensivi sarà formata da Di Massimo e Petrella, a supportare Spagnoli nuovamente titolare in luogo di Melchiorri, che si è ripreso dal problema al gomito accusato nel match contro il Cesena ma pare destinato alla panchina. Nella difesa a protezione di Perucchini dovrebbero trovare posto Martina e Mezzoni in qualità di terzini e De Santis affiancato da uno tra Camigliano e Mondonico il quale ha svolto lavoro differenziato. Il match, in programma sabato 1° aprile con inizio alle 14.30, sarà diretto da Luigi Catanoso di Reggio Calabria con l’ausilio degli assistenti Lugi Feraboli di Brescia e Giuseppe Licari di Marsala. Quarto ufficiale: Alessandro Recchia di Brindisi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona, ora o mai più: con la Carrarese per non veder sfumare il quarto posto

AnconaToday è in caricamento