rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Calcio

Covisoc come da copione: Ancona bocciata (unica di LegaPro) e Milan Under 23 al suo posto

La domanda di iscrizione del club dorico respinta per la documentazione mancante relativa a pagamenti non effettuati. La corsa contro il tempo per provare ad essere inserita in sovrannumero in Serie D

Solo una formalità, puntualmente espletata. La Covisoc ha rigettato la richiesta di iscrizione dell’Ancona alla LegaPro, per la mancanza della documentazione necessaria a certificare i pagamenti degli emolumenti ai tesserati nei mesi di marzo ed aprile. C’è la possibilità per il club dorico di inoltrare un ricorso motivato, entro le 19 di domani 12 giugno, a cui eventualmente seguirà un secondo parere dell’organo preposto che nell’arco di ventiquattro ore renderà nota la decisione definita. Ma le possibilità di vedere la società dorica al via nella prossima Serie C sono, comprensibilmente, pari a zero. Il posto dell’Ancona sarà preso dalla formazione giovanile del Milan, che si appresta così a diventare la terza squadra di Serie A – dopo Juventus (affrontata quest’anno dai biancorossi nel Girone B) ed Atalanta – ad essere iscritta al terzo livello del calcio professionistico.

Ora, per il club dorico – unico bocciato in LegaPro – comincia un mese lunghissimo. Conti da mettere in ordine, inevitabile ristrutturazione societaria che dovrebbe prevedere l’ingresso di nuovi investitori, capitale da improntare: il tutto finalizzato ad evitare la dissoluzione del calcio in città. Con una “deadline” ben precisa, in quanto l’eventuale domanda di iscrizione alla Serie D in sovrannumero dovrà pervenire entro le 14 dell’8 luglio, cosa che assottiglia i tempi tecnici di realizzazione di questo nuovo progetto. Che ovviamente, dovrà prevedere anche l’allestimento di una squadra che riesca a ben figurare nel torneo. Ed in tutto ciò, arrivano anche le rassicurazioni del patron Tony Tiong, che sembra abbia nuovamente mandato messaggi in qualche modo...distensivi rassicurando i giocatori che gli stipendi mancanti (da intendersi, probabilmente, anche di maggio e giugno) saranno regolarmente corrisposti. In mezzo a tanti punti di domanda, prende forma un’incontrovertibile certezza: l’estate dell’Ancona calcistica sarà davvero di quelle torride.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covisoc come da copione: Ancona bocciata (unica di LegaPro) e Milan Under 23 al suo posto

AnconaToday è in caricamento