rotate-mobile
Calcio

L'Ancona batte il primo colpo: ingaggiato Agostino Camigliano

La dirigenza dorica inaugura il mercato invernale assicurandosi le prestazioni del difensore centrale classe 1994, che arriva da Cosenza a titolo definitivo e vestirà il biancorosso fino a giugno 2025

L’U.S. Ancona comunica di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Agostino Camigliano, proveniente dal Cosenza. Il difensore centrale, classe 1994, si trasferisce a titolo definitivo e ha firmato un accordo fino al 30 giugno 2025. Con la maglia rossoblù nella stagione 2017/2018 ha partecipato alla cavalcata che portò i calabresi in Serie B. Negli anni successivi ha militato nel Cittadella collezionando 42 presenze in B, e nella Reggiana. Il difensore svolgerà oggi il primo allenamento al Paolinelli agli ordini di mister Colavitto ed indosserà la maglia numero sei.

«E’ stata una trattativa veloce – dice Camigliano nelle sua prime dichiarazioni da biancorosso – e quando mi ha cercato il Direttore sportivo Francesco Micciola, alla ricerca di un profilo di esperienza, non ci ho pensato due volte. Cercavo un progetto serio, mi è stato illustrato e ho deciso di sposarlo con entusiasmo. Nel corso della mia carriera ho ricoperto il ruolo di difensore centrale, mi trovo bene sia nella difesa a quattro che nello schieramento a tre. Sono a disposizione e pronto ad ascoltare le richieste del mister: arrivo con la massima umiltà, ce la metterò tutta per fare bene».

Camigliano, scuola Milan, conosce Emanuele Gatto, il capitano. «Ho giocato con lui nell’Under 20, i miei nuovi compagni so chi sono, molti li ho affrontati da avversario. Il Cosenza? E’ una città a cui sono legato: cinque anni fa abbiamo raggiunto la B superando il Siena ai playoff. Quest’anno sono partito con la Reggiana, poi sono tornato in rossoblù a stagione iniziata. Non è stato facile arrivare in corsa, ho faticato. La dirigenza ha fatto altre scelte e io ho fatto le mie». Il difensore centrale ha spiegato quali sono le sue caratteristiche principali, ed ha anche parlato dell’ultima uscita dell’Ancona, che si è imposta 3-0 sul Pontedera. «Mi reputo un marcatore aggressivo, in questi tornei la difesa deve diventare un punto di forza. Contro il Pontedera ho visto un’Ancona che ha approcciato alla sfida in maniera ottimale, per poi disputare la ripresa amministrando il vantaggio. Una vittoria bellissima che ci ha permesso di iniziare l’anno con il piede giusto. E’ una squadra che ha cambiato gli attaccanti in estate, ma non la filosofia. Nella mia visione possiamo fare una cavalcata vincente».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ancona batte il primo colpo: ingaggiato Agostino Camigliano

AnconaToday è in caricamento