rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Calcio

Alessandria-Ancona, il mea culpa di Colavitto: «Mi assumo per intero la responsabilità»

Il d.s. Micciola parla dell'insoddisfazione che sta accompagnando quest'ultimo periodo: «La proprietà, il presidente, non sono contenti. Domani mi incontrerò con la società e vedremo quali sono le intenzioni»

«Mi assumo per intero la responsabilità di questa sconfitta: non l’ho preparata bene evidentemente e su questi errori devo meditare per crescere». E’ un “mea culpa” in piena regola quello di Gianluca Colavitto nella conferenza stampa post-match, al termine di 90’ che hanno messo in mostra un’Ancona troppo brutta per essere vera. E che a differenza di quanto visto anche in alcuni incontri terminati con un risultato negativo, stavolta non ha mai dato l’impressione di essere entrata veramente in partita.

«Questa è la prima volta – commenta il tecnico – in cui la mia squadra non è scesa in campo. Non ci siamo stati, abbiamo sbagliato tanto, troppo. Prima del gol dell’1-0 sembrava che in campo avessimo il predominio, ma a seguito di un errore abbiamo subito il primo gol. Nella prima mezzora stavamo bene in campo, però abbiamo continuato a sbagliare. Sino ad allora l’Alessandria non aveva prodotto nulla, noi invece avevamo creato delle situazioni interessanti poi sfumate per errori ed imprecisioni. Avevo deciso di inserire Mondonico che però veniva da un problema alla caviglia ed aveva bisogno di qualche minuto per riscaldarsi. E’ accaduto che proprio mentre chiamavamo la sostituzione subissimo il terzo gol. Con il senno di poi è facile dire che Mondonico andava mandato in campo a freddo. Ciò non toglie che, se avessimo lavorato bene in fase di non possesso, anche in dieci, l’Alessandria non sarebbe arrivata in porta con quella facilità».

«Mi dispiace per i nostri tifosi – conclude Colavitto – davanti ai quali mi assumo la colpa di questa sconfitta. Non passeremo una Buona Pasqua e di questo chiedo scusa. Io a rischio? Sono un “operaio”, alle mie spalle ci sono i dirigenti che decidono. I calciatori mi seguono, si sono sempre impegnati: forse i nostri 55 punti li abbiamo distribuiti male e adesso stiamo esaurendo il credito. Mancano ancora due partite da disputare al meglio, dobbiamo superare questo momento difficile restando uniti. Vediamo dove saremo in grado di arrivare».

«Sicuramente una prestazione negativa, brutta – dichiara Francesco Micciola, direttore sportivo del club – in una partita che ha visto l’Alessandria imporsi con merito, mentre noi dobbiamo rimboccarci le maniche e fare un finale di stagione in crescendo. Mi assumo per primo la responsabilità di questa sconfitta, bisogna fare molto meglio. Ho visto un atteggiamento che oggi è stato remissivo, soprattutto in occasione del primo gol. Da quell’episodio è scaturita questa dura sconfitta: faremo una brutta Pasqua e poi ci metteremo al lavoro per invertire la rotta. Siamo tutti in discussione, l’allenatore come io stesso. La proprietà, il presidente, non sono contenti. Domani mi incontrerò con la società e vedremo quali sono le intenzioni».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandria-Ancona, il mea culpa di Colavitto: «Mi assumo per intero la responsabilità»

AnconaToday è in caricamento