Martedì, 15 Giugno 2021
Sport

Il nuovo progetto dorico non decolla! Ad Agnone finisce in parità

Il nuovo corso dell'Ancona non inizia nel migliore dei modi. Contro l'O. Agnonese i ragazzi di Gentilini non vanno oltre il 2-2 in rimonta. In goal per i dorici Borrelli e Ruffini. La cronaca del match

Il tecnico dorico Augusto Gentilini

Nuova Ancona, vecchia sofferenza. Il tornado che si è abbattuto sull'ambiente biancorosso ha lasciato strascichi evidenti. La rivoluzione del presidente Marinelli ha stravolto la già debole identità dell'Ancona e nella sfida di Agnone si sono rivisti tutti i limiti e le difficoltà di questo nuovo "progetto".

Primo tempo da incubo per i dorici, poco reattivi a metà campo (male il giovane Akrapovic) ed evanescenti in attacco, nonostante Ingari e Artiaco giochino dal primo minuto. I padroni di casa mostrano compattezza ed organizzazione accompagnata da un ottimo giro palla. La prima frazione di gioco consegna al tabellino l'inevitabile vantaggio dell'Agnonese frutto della solita disattenzione del reparto arretrato che concede a Ricamato il facile pallone dell'1-0.

Nella ripresa ci si aspetta una reazione invece pronti via arriva il raddoppio molisano, questa volta con Pifano che beffa D'Arsiè con un tiro - cross dalla trequarti. Il gioco dell'Ancona imbarazza i 700 ultras venuti dal Conero ed il rischio che stavolta Marinelli perda la pazienza viene mascherato dalla reazione dei senatori, che prima con Borrelli (gran goal per lui)e poi con Ruffini riescono nell'insperato pareggio. La partita finisce con l'occasione per i padroni di casa che però trovano la bandierina del direttore di gara a fermare una potenziale azione da goal. Il match si conclude in parità, l'Ancona esce con un punto che dà si morale ma dimostra una volta ancora i limiti tattici e tecnici di questa rosa. I nuovi acquisti non hanno convinto (Artiaco su tutti). Le sofferenze di questa stagione sono solo agli inizi, ora Gentilini dovrà amalgamare un gruppo nuovo, aspettando nuovi rinforzi dal mercato invernale. La classifica in questo momento vede il San Cesareo ad otto lunghezze, ma soprattutto ci mostra (purtroppo) il vero valore di questa squadra. Il professionismo è questione altrui.

LEGGI LE PAGELLE 
 

OLYMPIA AGNONESE – ANCONA 2-2

OLYMPIA AGNONESE – Biasella; Pifano, Di Berardino, Pellegrino, Litterio; Partipilo; Sivilla, Di Lollo L. (24′ st Keità), Ricamato, Pizzutelli (17′ st Patriarca); Leonetti (42′ st Mancini). A disp.: Esposito, Di Lollo R., Cadaleta, Orlando. All. Urbano.
ANCONA – D’Arsiè; Gagliardini, Labriola, Eramo, Ciaramitaro; Palumbo L. (5′ st Gramacci), Ruffini, Akrapovic (17′ st Martino), Borrelli; Ingari, Artiaco (42′ st Sparvoli). A disp.: Masserano, Daidone, Lispi, Palumbo C. All. Gentilini.

Reti – 20′ pt. Ricamato, 3′ st. Pifano, 13′ st. Borrelli, 18′ st Ruffini
Arbitro – Sig. Gozzi di Siena
Note – giornata soleggiata, temperatura 12°. Spettatori 700 circa con una cinquantina di ultras dorici. Ammoniti: Borrelli, Ciaramitaro, Leonetti, Ricamato, D’Arsiè. Recupero: pt 2′, st 3′.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo progetto dorico non decolla! Ad Agnone finisce in parità

AnconaToday è in caricamento