Coppa Italia: Ancona ok di rigore, contro la Jesina decisivi i tiri dagli 11 metri

L'Ancona vince il derby e prosegue la sua avventura in Coppa Italia. Dopo l'1-1 dei tempi regolamentari, sono stati i rigori a decidere il match. Questa la cronaca

L'Ancona di mister Cornacchini inizia nel migliore dei modi la stagione, battendo nel derby di Coppa Italia, una discreta Jesina. 

Match giocato bene da entrambe le formazioni con l'Ancona che si fa preferire nel primo tempo ed i leoncelli più intraprendenti nella ripresa.

CRONACA - Ancona in vantaggio al 19' con Sivilla che approfitta di un errore grossolano di Tafani e sul cross teso di Cilloni, piazza il destro in rete. Nella prima frazione, dorici pericolosi anche con Bondi che si fa respingere da Tavoni un tiro a botta sicura da due passi.Al 39' goal annullato a Degano, che viene segnalato in fuorigioco al momento del tiro. Jesina opaca ed Ancona che mantiene un ottimo possesso palla.
 

Il secondo tempo, dopo 6 minuti, altra rete annullata ai dorici per un fallo di mano di Biso al momento del controllo di palla. Al 18' bella azione di Biso che verticalizza per Degano: colpo di tacco ma Tavoni blocca con sicurezza.

La Jesina cerca pian piano di affacciarsi nella metà campo dell'Ancona, e dopo una punizione di Rossini respinta da Lori, trova la rete del vantaggio a cinque dal termine: sugli sviluppi di un calcio d'angolo è Cardinali ad impattare il match, con un colpo di testa dopo la respinta di Lori sulla zuccata di Sebastianelli.

Poi, a decidere la sfida, la lotteria dei calci di rigore. Nell'Ancona non sbaglia nessuno, mentre per i leoncelli fatale l'errore di Strappini. I dorici esultano e continuano l'avventura in Coppa Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento