Sport

Lega Pro, l'Ancona limita i danni a Macerata: il derby finisce 0-0

I dorici rischiano di capitolare più volte nel primo tempo e devono ringraziare un Rossini in giornata di grazia. Nella ripresa i ritmi calano e la Maceratese si spegne pian piano. Secondo punto in classifica per l'Ancona

Doveva essere il derby della svolta, dopo le due sconfitte consecutive ed un inizio di stagione all'insegna delle critiche e dello scetticismo. L'Ancona vista all'Helvia Recina di Macerata è stata invece quella "ammirata" in queste prime quattro giornate di campionato. Lenta, previdibile, con poche idee e senza qualità. Di fronte i ragazzi guidati da Fabio Brini hanno incontrato una Maceratese grintosa, che nel primo tempo avrebbe meritato di passare in vantaggio. Quattro le occasioni da goal per i padroni di casa nei primi 45 minuti. Assoluto protagonista è stato l'estremo difensore Rossini, che ha salvato il risultato con tre ottime parate. Clamorosa invece l'occasione capitata sui piedi di Colombi (dopo un incredibile liscio di Moi). L'attaccante della Maceratese ha sparato fuori a tu per tu con Rossini, tra la disperazione dei 2000 tifosi dell'Helvia Recina.

Nella ripresa ci si poteva aspettare un'Ancona diversa, più offensiva. Invece si è visto il solito gioco lento e prevedibile. A nulla è servita la decisione di Brini di mandare in campo dal primo minuto la coppia d'attacco Momentè e Samb. I due non hanno mai dialogato tra loro, giocando piatti e non riuscendo mai a prendere di infilata la lenta difesa dei padroni di casa. Piano piano anche la Maceratese si è spenta, con la partita che si è protratta stanca fino al triplice fischio finale. Il derby finisce così 0-0. L'Ancona conquista così un punto importante, non certo meritato, che però non serve a farla uscire da una situazione di classifica e gioco a dir poco preoccupante. Brini ha ancora tanto lavoro da fare, soprattutto nella fase offensiva, troppo sterile per poter puntare ad una salvezza tranquilla. Sabato allo stadio "Del Conero" arriva il Venezia di Pippo Inzaghi. L'Ancona non può più sbagliare.

TABELLINO MATCH

MACERATESE (4-3-3): Forte; Ventola, Marchetti, Gattari, Broli; Malaccari (29’st Mestre), Quadri, De Grazia; Petrilli (36’st Palmieri), Colombi, Turchetta.  A disp: Moscatelli, Cantarini, Gremizzi, Bondioli, Massei M,. Massei A., Quadrini, Bangoura, Franchini.  All. Giunti

ANCONA (4-4-2): Rossini; Barilaro, Moi, Ricci, Forgacs; De Silvestro (17’st Bariti), Agyei, Zampa (15’st Bambozzi), Frediani; Momentè, Falou Samb. A disp: Scuffia, Daffara, Malerba, Tassoni, Gelonese, Battaglia, Djuric, Ascani.  All. Brini

ARBITRO: Pagliardini di Arezzo
AMMONITI: Momentè, Frediani, Moi, Barilaro, Agyei
NOTE: spettatori 1600 circa, angoli 5-3

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega Pro, l'Ancona limita i danni a Macerata: il derby finisce 0-0

AnconaToday è in caricamento