menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vincenzo Masi

Vincenzo Masi

Calcio Promozione, il Villa Musone stila il bilancio di fine stagione

«Siamo partiti in estate con una squadra completamente ricostruita, in cui abbiamo dovuto innestare alcuni giocatori esperti ma lasciando molto spazio ai giovani» ha detto Masi

Villa Musone, una stagione tosta ma con un epilogo dolcissimo. I villans sono riusciti a cogliere la salvezza nello spareggio "secco" contro la Passatempese, in un derby che valeva un intero campionato. Un'annata che ha visto i gialloblu soffrire fino all'ultimo per agguantare un risultato che vale per il quarto anno di fila la Promozione. Ci sono state diverse note positive, tra cui la grande crescita dei diversi giovani presenti in squadra: non a caso le statistiche parlano chiaro visto che i villans sono la compagine con più reti messe a segno dagli under (20 gol sui 34 totali) ed il capocannoniere under del girone A è risultato essere Ardit Tonuzi. Un dato che conferma il lavoro svolto da parte della società gialloblu, da sempre attenta alla valorizzazione dei giovani.

«Il bilancio dell'annata non può che essere positivo - commenta il ds del Villa Musone Vincenzo Masi - Siamo partiti in estate con una squadra completamente ricostruita, in cui abbiamo dovuto innestare alcuni giocatori esperti ma lasciando molto spazio ai giovani, con alla guida un nuovo tecnico. Sapevamo che avremmo incontrato delle difficoltà durante la stagione perchè ripartire con una squadra nuova non è mai facile tuttavia abbiamo chiuso il girone d'andata a 21 punti, nostro record nella categoria. Abbiamo dovuto lottare fino all'ultimo e sicuramente hanno pesato nell'arco del campionato diversi infortuni che sono capitati a diversi giocatori, penso a Ruggeri, Pucci, Ortolani, Cingolani per citarne alcuni, anche se il gruppo ci ha creduto sempre all'obiettivo salvezza e non ha mollato mai. Il cambio di allenatore, con l'avvicendamento Strappini - Finocchi, ha dato la svolta nel rush finale e siamo riusciti a cogliere l'obiettivo. Abbiamo valorizzato diversi giovani presenti nella prima squadra che era un obiettivo primario della società: penso a Tonuzi, Liguori, Zagaglia per citarne alcuni ma tutti i ragazzi hanno dato il loro contributo fondamentale». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento