Venerdì, 14 Maggio 2021
Sport

Ora è ufficiale: il derby con la Samb si giocherà a porte chiuse

Si giocherà a porte chiuse il derby di domenica tra Sambenedettese ed Ancona. E' questa la pena disposta dopo gli incidenti contro il Celano. Ecco il testo integrale del provvedimento preso dalla Lega nei confronti della Samb

I tecnici delle due squadre
E' ufficiale, non ci sarà nessuna prevendita per il derby. Si giocherà quindi a porte chiuse la sfida di domenica prossima tra la Samb e l’Ancona. Lo stadio che farà da cornice al match dovrebbe essere quello di Grottammare, ma si aspetta ancora l'ufficialità. Ufficiali invece, da come si deduce dal comunicato della Lega, il reclamo preannuciato dal Celano, che chiede la vittoria a tavolino, la conseguente non omologazione del risultato acquisito sul campo (2 – 1 per la Samb) e la squalifica dello stadio della Sambenedettese.
 
PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI: In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.
 
A CARICO DI SOCIETA’ – SQUALIFICA DEL CAMPO DI GIUOCO CON DECORRENZA IMMEDIATA PER 2 GARE EFFETTIVE DA DISPUTARSI IN CAMPO NEUTRO A PORTE CHIUSE ED AMMENDA DI € 1500,00
 
SAMBENEDETTESE 2009 SSDRL Per avere propri sostenitori in campo avverso, al 19º minuto del secondo tempo, lanciato monete, accendini e bottigliette di acqua vuote all’indirizzo di un A.A..L’Arbitro era costretto ad interrompere la gara per circa due minuti e il gioco riprendeva anche grazie all’intervento del capitano della squadra ospite. Gli stessi sostenitori, al 38º del secondo tempo, rivolgevano espressioni gravemente minacciose ed offensive all’indirizzo del medesimo A.A. lanciandogli contro diversi oggetti. Uno di tali oggetti (una moneta) attingeva l’Ufficiale di gara ad un ginocchio cagionandogli intensa sensazione dolorifica. Interrotta nuovamente la gara per alcuni minuti, neppure l’intervento di alcuni dirigenti della Società riusciva a riportare la calma. Ripresa la gara anche grazie a messaggi diffusi con l’altoparlante dello stadio, gli stessi sostenitori continuavano a rivolgere espressioni offensive e minacciose al suddetto A.A. sino al termine della gara. Sanzione così determinata anche in considerazione della recidiva specifica per i fatti di cui ai C.U. 27-37-39.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ora è ufficiale: il derby con la Samb si giocherà a porte chiuse

AnconaToday è in caricamento