Ritorna la vecchia Ancona: contro la Recanatese solo 2-2

Brutto pareggio per gli uomini di mister Trillini che impattano nel derby contro la Recanatese. Finisce 2-2 un match dove ha prevalso lo spirito degli ospiti a discapito di un'Ancona pasticciona e senza mordente

U.S. Ancona 1905


Dal paradiso ad un purgatorio con odori infernali.  L'esagerazione è palese, ma il percorso di questa Ancona si arricchisce nuovamente di ostacoli, allontanando (stavolta definitivamente) la rincorsa alla capolista. 
Al "Del Conero" gli uomini di Trillini (il nuovo tecnico non riesce proprio a convincerci) ricadono nei recente errori, esaltando il modesto avversario di turno ed impattando in un pareggio dai contorni beffardi, nonostante la superiorità di valori (ed anche numerica) emersa in campo.

CRONACA: Trillini manda in campo un'Ancona offensiva, con il tridente (Genchi-C.Ferreira-Ambrosini) che ha asfaltato il Miglianico. Dietro rientra Tafani dopo la squalifica, che insieme a Pesaresi forma la coppia centrale.
Primi venti minuti e già i tifosi capiscono che non sarà una passeggiata: il centrocampo sembra svuotato e Costa Ferreira non riesce a trovare una posizione in campo.
La prima occasione da gol è per gli ospiti: al 34° minuto apertura di Garcia per Moretta che vede respingersi il tiro a botta sicura da David, sulla respinta incredibile l'errore di Latini che a porta vuota, fallisce il tap-in vincente.
Al 46° nel primo minuto di recupero arriva il gol della Recanatese: Zannini raccoglie il cros di Faieta e tutto solo in area batte l'incolpevole David: 1-0 e si va negli spogliatoi tra i fischi del tifosi.

Secondo tempo e subito Ancona che prova a spingere sull'acceleratore: al terzo minuto grande prodezza di Costa Ferreira ma il suo tiro è respinto dal palo. E' il preludio al pareggio (fortunuso) che arriva 3 minuti dopo: incredibile l'autogol di Committante che imprime una strana traiettoria alla palla facendo esplodere il "Del Conero".
Al 14° succede il "fattaccio": grande intervento di David che smanaccia sulla traversa il colpo di testa a botta sicura di Zannini. La palla però sembra essere entrata scatenando l'ira di Omiccioli e di tutta la Recanatese.
Gol "mangiato", gol subito: ci pensa Genchi subito dopo a portare in vantaggio i dorici, gran sinistro e Ursini che può solo raccogliere la sfera in rete.

La Recanatese sembra accusare il colpo, vengono espulsi sia l'allenatore Omiccioli che Zannini per le vibranti proteste. Ma se ogni squadra sarebbe agevolata, i dorici vengono assaliti da una misteriosa paura che li costringe in trincea, difendendosi dagli attacchi ospiti.
Questo atteggiamento spinge i coraggiosi leopardiani che a 10 dal termine trovano il meritato pareggio su rigore. Fallo di Tafani su Chicco che si va dal dischetto e trafigge David.

L'errore di Genchi a fine partita è il simbolo di una prestazione opaca, senza quel mordente che dovrebbe scaldare gli animi biancorossi. Trillini sembra ancora un pesce fuor d'acqua che non riesce a cambiare questa tendenza, dove l'Ancona non riesce ad essere grande nei momenti decisivi.

TABELLINO ANCONA - RECANATESE 2-2


ANCONA 1905: David, Kostadinovic, Gandelli, Marino, Tafani, Pesaresi, Costa Ferreira, Genchi, Maiorano, Ruffini, Ambrosini
A disposizione: D'Arsiè, Gagliardini, Torta, Gramacci, Malavenda, Cipolla, Ferraro
Allenatore: Trillini

RECANATESE: Ursini, Di Marino, Ristè, Zannini, Commitante, Morbiducci, Moretti, Garcia, Chicco, Faieta, Latini
A disposizione: Ripa, Torreggiani, Brugiapaglia, Moriconi, GIgli, Agostinelli, Pennacchioni
Allenatore: Omiccioli

Ammoniti: Marino, Pesaresi, Maiorano (Ancona), Chicco (Recanatese)
Espulsi: Zannini (Recanatese)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno, disagi sulla tratta ferroviaria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Terribile frontale, nuovo bollettino: «Il bambino è ancora in condizioni critiche»

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Un male incurabile le ha spento il sorriso, la città piange Carla Fraboni

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

Torna su
AnconaToday è in caricamento