Una brutta Ancona inciampa nel derby: al "Carotti" finisce 1-1

I gol nel finale, all'86' vantaggio jesino con Invernizzi e pareggio al 93' di Cipolla. Ancona poco pericolosa, distratta in difesa che ritorna a 7 lunghezze dal Teramo (vittoria a Rimini) perdendo l'ultimo treno verso il primato

Finisce in parità il derby del "Carotti", recupero della 21^ giornata di campionato.  Solita partita incolore per i biancorossi che devono ringraziare il neo entrato Cipolla che a pochi secondi dal termine ha riacciuffato i leoncelli, pronti a festeggiare una storica vittoria. Incomprensibili le scelte di Trillini che inizialmente ha lasciato fuori Genchi per un Ferraro a tratti imbarazzante, scegliendo di rinunciare al tridente per un più conservativo e rinunciatario 4-4-2. Per la Jesina invece, gran finale di match dopo un primo tempo attendista giocato sul contropiede e sulla velocità di Negro. 

Cronaca: Il derby inizia con qualche minuto di ritardo causa la coreografia del tifo jesino
Al 5' minuto sugli  sviluppi di un calcio d'angolo, tiro di Gabrieli dal dischetto di rigore, gran reattività di David che blocca a terra.
Buon inizio della Jesina, aggressiva a centrocampo che con un pressing asfissiante cerca di bloccare la manovra dorica.
Al 6° conclusione di Negro dai 25 metri, palla di poco fuori alla destra del portiere dorico, il bomber leoncello si ripete un minuto dopo, quando da dentro l'area di rigore colpisce male sprecando una buona occasione.                                                                                                                                                          Al decimo minuto punizione dai venti metri per la Jesina, batte Negro ed è molto bravo David a bloccare in presa plastica. Al 24' prima occasione per i biancorossi di Ancona: Ambrosini scatta sul filo del fuorigioco ma di sinistro chiude troppo e la palla si spegne innocua sul fondo.
Ultima emozione della prima frazione al 40': grande punizione di capitan Pesaresi da circa 25 metri e grande risposta di Giovagnoli che respinge sul primo palo.

Finisce un primo tempo bruttino, partita contratta che stenta a decollare. Pareggio giusto ma sicuramente sarà un secondo tempo diverso con le due squadre che per vincere dovranno osare di più. 

Inizia la ripresa cong li stessi 22 dei primi 45 minuti. Subito occasionissima al secondo minuti per l'Ancona: Ambrosini in allungo davanti a Giovagnolli si vede respingere il tiro dal miracolo dell'estremo difensore leoncello. Grande partenza per l'Ancona che sembra voler spingere sull'acceleratore in questa ripresa.
Al 10' grande contropiede per la Jesina scaturito da un errore a metà campo di Pesaresi, palla che arriva a Frulla che in area tira centralmente sprecando un'ottima occasione.
Buona Ancona in questo secondo tempo che cerca di mettere pressione alla compagine leoncella che sembra però poter controllare agevolmente.
Al 24' incredibile intervento di David sulla perfetta inzuccata di Sebastianelli: il giovane portiere di proprietà della Fiorentina si supera con un grandissimo colpo di reni, bloccando la palla destinata nell'angolino basso.
A 15 minuti dal termine girandola di cambi: per l'Ancona entrano Genchi e Cipolla per Ferraro ( apparso fuori forma) e Ambrosini (brutta prova dopo i buoni segnali contro il Real Rimini); nella Jesina invece entrano A. Gabrielloni e Rossini per Negro e Frulla.
Al 37' grandissima traversa per la Jesina: il nuovo entrato Gabrielloni (classe '94) centra la traversa con un destro al volo di rara bellezza. Boato del pubblico ed applausi per la giovane punta jesina.
Quando la partita sembra trascinarsi stanca verso il fischio finale arriva il GOL del vantaggio della Jesina: minuto 42', cross dalla sinistra di Gabrieli ed Invernizzi tutto solo, controlla e con un sinistro chirurgico fa esplodere un'intera città. Delirio al "Carotti" e pubblico che sogna una storica vittoria! Poi nel recupero l'Ancona si ricorda di essere una grande squadra e con la forza della disperazione trova il gol per salvare almeno la faccia: pallonetto di Genchi che scavalca Giovagnoli e a pochi centrimetri dalla porta viene spedito in rete dal neo entrato Cipolla.

E' questa l'ultima emozione del derby. FInisce 1-1 tra gli applausi del tifo leoncello ed i fischi degli 800 di fede dorica. Trillini da nuovamente l'impressione di non aver capito bene le dinamiche della squadra e dopo la balbettante prova di domenica contro la Real Rimini, sperimenta di nuovo, cambiando modulo e mettendo in campo una squadra vuota e senza idee. Il Teramo (vittorioso sul campo del Real Rimini) scappa di nuovo ed ora una rincorsa che era tornata improvvisamente possibile, si perde tra i fischi di un pubblico che non crede più nei suoi colori.

TABELLINO MATCH JESINA - ANCONA 1905 1-1

JESINA: Giovagnoli, Focante, Gabrieli, M. Cardinali, N. Cardinali, Strappini, Frulla, Sebastianelli, Scartozzi, Negro, Invernizzi
A disposizione:  Niosi, Campana, Alessandrini, Rossini, Gabrielloni A., Gentile, Gabrielloni T.
Allenatore: Daniele Amaolo

ANCONA 1905: David, Kostadinovic, Gandelli, Tafani, Pesaresi, Maiorano, Malavenda, Ruffini, Ambrosini, Costa Ferreira, Ferraro
A disposizione: D'Arsiè, Gagliardini, Torta, Gramacci, Santoni, Cipolla, Genchi.
Allenatore: Sauro Trillini

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Schianto in superstrada, camion invade la corsia di sorpasso e fa ribaltare un'auto

  • Gli amici lo aspettano per cena, ma lui non arriva: lo trovano morto in bagno

Torna su
AnconaToday è in caricamento