Ancona-Tuttocuoio, parla Marcaccio: "Salvezza raggiunta, ora festeggiamo"

E' parso molto soddisfatto il direttore sportivo Sandro Marcaccio, al termine della bella vittoria di ieri. Il ds ha parlato della salvezza raggiunta, ringraziando la società e delineando gli obiettivi per questo finale di stagione

Il ds dorico Sandro Marcaccio

ANCONA - E' parso molto soddisfatto il direttore sportivo Sandro Marcaccio, al termine della bella vittoria di ieri contro il Tuttocuoio. Il ds ha parlato della salvezza raggiunta, ringraziando la società e delineando gli obiettivi della squadra per questo finale di stagione.

"Sono venuto quì in conferenza per ringraziare le persone che ci hanno aiutato. Persone che lavorano nell'ombra: dalla segreteria allo staff sanitario, ai massaggiatori, magazzinieri e custodi. Tutte queste figure messe insieme fanno si che la squadra sia quella di quest'anno, una formazione che non molla mai e che quando puo' vince le partite. La mia attenzione è soprattutto indirizzata a coloro che ci stanno vicino."
"Per quanto riguarda oggi -continua Marcaccio- con un avversario del genere la vittoria assume una valenza ancora piu importante. Bisogna dire che i ragazzi non stanno sbagliando una partita e si meritano a pieno la posizione in classifica. Adesso festeggiamo la salvezza, che è stata molto sofferta e ce la godiamo tutta con i ragazzi che se lo meritano, hanno fatto cose straordinarie."

"Alle domande sui playoff neanche rispondo. - conclude il ds dorico- Lasciamo stare, non le commento queste cose. Tutto quello che volete, ma noi siamo come il Tuttocuoio e Pontedera. Gli altri davanti a noi fanno un altro campionato, hanno budget diversi e noi non possiamo competere con loro. In questo finale di stagione penseremo a dare spazio a quei giocatori che hanno avuto un minutaggio limitato. Per loro sarà molto importante far bene per conquistare la riconferma il prossimo anno."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai microfoni, nel post-partita, si presentato anche Luca Parodi che ha commentato l'episodio del rigore: "L'arbitro si è fatto ingannare dalla prospettiva, io ho visto la palla all'ultimo ma l'ho colpita con la spalla. Sicuramente non era rigore, io ho tenuto il braccio largo ma non l'ho colpita. Sono stato ingenuo perchè ho letto male la traiettoria della sfera, ma sono riuscito a colpirla di spalla. Il mister mi sta aiutando, devo crescere ed ho ancora tanto da imparare. Oggi è andata bene e cercherò nel futuro di migliorare in certi aspetti. Oggi siamo stati bravi, ma dobbiamo subito pensare alla difficile partita di domenica prossima."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Party abusivo al porto, in consolle c'era pure il Dj: ora sono guai per il titolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento