Sport

Polemiche arbitrali, l'Ancona non ci sta: ecco il dossier

La società biancorossa ha risposto sul proprio sito ufficiale alle polemiche sui presunti favoritismi ricevuti in questo inizio di campionato. Ecco il dossier apparso sul portale dell'Ancona

Dopo i fatti di San Benedetto e le successive polemiche, la società dorica ha voluto difendere l'operato dei direttori di gara analizzando una per una le decisioni controverse che hanno animato la moviola in questo inizio di stagione. Ecco il dossier:

Decisioni giuste: 10 – Jesina: giusta l’espulsione di Sebastianelli, anche se sciocca. Celano: Giusta la punizione in area per il gol di Ambrosini (retropassaggio volontario al portiere). Giusto il rigore su Sparvoli. Vis Pesaro: giusto il rigore e l’espulsione per fallo di mano di Torta. Termoli; giusti i due rigori per fallo di mano (nel primo le riprese televisive hanno messo in rilievo un’alzata di gomito volontario) e  giusto il rigore per fallo su Labriola. Fidene: rigore netto su Ambrosini. Marino: giusto il rigore su Traini, anche se l’uscita del portiere avversario è sciocca e avventata. Recanatese: giusto il rigore fischiato contro. Sono dunque 10 le decisioni giuste e tutti i rigori, a favore (7) o contro (2) sono stati fischiati in maniera corretta.
 
Decisioni a favore: 4 – Celano: dubbio un fallo di mani in area non evidente di Torta (errore caso mai ininfluente). Fidene forse affrettata la prima espulsione di Palermo (ma poi la partita finisce 5 – 0). Marino: rigore giusto ma forse c’è una posizione di offside di Traini nell’azione che poi porta al fallo in area (fuorigioco non documentato da nessuna immagine). Sambenedettese: il rigore su Traini può anche essere discusso, ciò che è indiscutibile è che, al momento del contatto, Carminucci, il difensore della Samb, si disinteressa completamente del pallone, pensando solo a tagliare la strada a Traini. Rigore più sì che no. Nonostante le lagne sambine. Dunque, decisioni a favore 4, due ininfluenti e altre due, ipotetiche.
 
Decisioni contrarie: 8 – Jesina: inesistente il fallo fischiato a Ruffini da cui è scaturito il gol jesino. Vis Pesaro: rigore netto su Ambrosini non fischiato, rigore su Traini non fischiato, magari meno vistoso, ma netto. Civitanovese: due situazioni di mischie in area molto dubbie (il labbro spaccato di Labriola). Città di Marino: non fischiato sul finale un rigore su Labriola. Recanatese:  almeno due episodi dubbi (un fallo di mano) ma non vistosissimi. In totale 8 decisioni contrarie, con 3 rigori netti non fischiati.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemiche arbitrali, l'Ancona non ci sta: ecco il dossier

AnconaToday è in caricamento