Società, mercato e settore giovanile: Fabiano Ranieri parla ai tifosi

Dopo quanto successo negli ultimi giorni, tra dimissioni del Cda e preoccupazioni da parte del tecnico Brini, il nuovo azionista dell'Ancona ha voluto tranquillizzare i tifosi. Queste le sue parole

Fabiano Ranieri

Ha voluto parlare direttamente ai tifosi Fabiano Ranieri. Il nuovo azionista dell'Ancona ha rilasciato queste dichiarazioni direttamente sul sito ufficiale della società, cercando di far chiarezza su quanto successo negli ultimi giorni. Le sue parole.

«Nel ringraziare tutti coloro che, dal nostro arrivo, ci stanno incoraggiando e stanno sostenendo la nostra iniziativa con il “Progetto Ancona” sento però di dover chiarire alcuni aspetti, avendo visto che in questi giorni stanno passando dei messaggi che non rispondono al vero e che potrebbero frenare quell’entusiasmo che vorremmo rigenerare in tutti gli sportivi, i tanti abituati a seguire l’Ancona ed i tantissimi che vi si sono allontanati e che vorremmo far tornare allo Stadio, come dimostra la scelta di giocare quasi “a porte aperte”, in occasione della prima gara di TIM CUP di domenica prossima, Ancona - Sudtirol.

Per questo motivo, vorrei intanto chiarire che per il momento, con l’ultimo aumento del capitale sociale dell’U.S. Ancona 1905, la mia famiglia ha acquisito neanche un terzo della Società. Ciò nonostante, volendo dare un forte segnale di discontinuità con il passato, abbiamo subito messo al lavoro il nostro management (Direttore Generale, Team Manager, Comunicazione e Relazioni Esterne, Marketing, ecc.), preteso un rigoroso controllo dei conti e avviato tutta una serie di contatti sul territorio e non, che contiamo possano dare i frutti desiderati, specie se tutti ci aiuteranno davvero a sostenere l’Ancona 1905. Sul tema del reperimento delle risorse, mi preme inoltre sottolineare come il nostro arrivo in Società sia coinciso con un periodo in cui molte aziende, se non lo hanno già fatto, presto andranno in ferie, magari anche con i budget annuali già destinati ad altri soggetti.

In pochissimi giorni di lavoro, ci siamo poi spesi sia per reperire un’area che possa consentire alla Società di costruire una propria Sede con campi e strutture adeguate in città, sia per trovare una collocazione adeguata ad un Settore Giovanile che intendiamo rilanciare, attraverso l’individuazione di impianti all’altezza e sicuri. Infine, mi preme sottolineare, tanto per fugare ogni dubbio, che oltre alla cifra concordata per l’acquisto delle quote azionarie, abbiamo fatto fronte a tutta una serie di interventi economici di prima necessità, ivi comprendendo – ad esempio - l’acquisto del nuovo materiale tecnico, l’organizzazione e la cura del costoso ritiro pre campionato (dove sono passati una quarantina di giocatori fra giocatori contrattualizzati, in prova o provenienti dalle Giovanili) e tutta una serie di spese, dal momento che le casse che abbiamo trovato erano notoriamente vuote.

Detto questo, dopo aver incontrato decide e decine di ragazzi e di genitori del nostro Settore Giovanile, auspico che tutti insieme si possa affrontare questo momento di ripartenza, lasciando da parte dubbi e perplessità, non dimenticando che è nostro desiderio affrontare un campionato di stabilizzazione in Lega Pro, programmando in un tempo comunque relativamente breve il sogno di far tornare – il più presto possibile – l’Ancona 1905 dove merita di stare. E siamo qui per questo.»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Coronavirus, screening di massa con tampone antigenico rapido nelle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento