Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Sport

Stipendi non pagati, deferita l'Ancona: ora si rischia la penalizzazione

E' arrivato oggi pomeriggio il deferimento della Procura Federale per gli stipendi non pagati entro il 16 febbraio. Il comunicato integrale

A neanche 24h dalla sconfitta contro il Teramo ecco l'ennesima doccia gelata di questa stagione. Nel pomeriggio è infatti arrivato il deferimento da parte della Procura Federale, per gli stipendi non pagati entro il 16 febbraio. Insieme alla società sono stati deferiti l'ad Miani e l'ex dg Mancini. Ora la società, già ultima in classifica e ad un passo dalla retrocessione, rischia anche una penalizzazione e dovrà pagare una multa di 2mila euro. Questa la nota integrale.

«Il Procuratore Federale, a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., ha deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare David Miani, amministratore delegato e legale rappresentante pro-tempore dell’Ancona, e Gianfranco Mancini, amministratore delegato e legale   rappresentante pro-tempore, “per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver corrisposto, entro il 16 febbraio 2017, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di novembre e dicembre 2016 e comunque per non aver documentato alla CO.VI.SO.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stipendi non pagati, deferita l'Ancona: ora si rischia la penalizzazione

AnconaToday è in caricamento