Calcio a 5: Cus Ancona, due tesserati positivi

Il Presidente David Francescangeli blocca le attività e chiede chiarezza al Coni e alle Istituzioni

David Francescangeli

Il Cus Ancona C5 fa sapere che sono stati accertati mercoledì 4 novembre due positivi al Covid e così tutta l'attività è stata subito interrotta. L’ Asur e la Divisione Calcio a 5 sono state tempestivamente informate. Sull’intera vicenda è intervenuto il numero uno del Cus Ancona David Francescangeli: «Faccio tanta fatica a riconoscermi in uno sport che in nome di un "d'interesse nazionale" sta cercando le scappatoie tra le falle dell'ennesimo Dpcm per proseguire per forza. Non ci sono le condizioni. I protocolli riducono il rischio ma non lo azzerano. Spiegatelo alle decine e decine di atleti in quarantena che lo sport fa bene. Non quello fatto nell'era Covid. Non quello fatto per forza senza percorrere l'unica strada che per etica e lealtà nei confronti degli atleti sarebbe percorribile: tamponi almeno settimanali per chi fa sport con esito prima delle gare».

 Francescangeli prosegue appellandosi al Governo e al Coni: «Diamo indicazioni chiare, definite e non interpretabili a piacimento. È molto facile, basta dire stop o trovare i soldi per i tamponi a tutti i dilettanti, ma per farlo bisogna aver cura dell'interesse delle persone, non di quel fantomatico interesse nazionale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento