Lardini Filottrano, la striscia positiva si interrompe a Cuneo

La formazione filottranese cede il passo (3-1) ad una Bosca trascinata dall’Mvp Van Hecke (31 punti con il 52% in attacco) al termine di una gara equilibrata

foto di repertorio

CUNEO -  Si interrompe a Cuneo la striscia positiva della Lardini. La formazione filottranese cede il passo (3-1) ad una Bosca trascinata dall’Mvp Van Hecke (31 punti con il 52% in attacco) al termine di una gara equilibrata in cui risulta determinante l’esito ai vantaggi del terzo set, a lungo condotto dalla formazione di Schiavo. Alla Lardini, meno incisiva in attacco rispetto alle precedenti partite, non basta la buona prova a muro (12 vincenti, 4 di Papafotiou e 3 di Moretto).

Inizio sparato di Cuneo (3-0), a segno con Van Hecke e Ungureanu (preferita a Nizetich). L’opposta belga è la mattatrice dell’avvio di gara (suoi 6 dei primi 10 punti della Bosca), nella Lardini è Moretto a suonare la carica con due muri che danno il la ad un recupero (dal 10-5 all’11-11) che passa per i punti di Partenio, Nicoletti, Angelina e l’attacco di prima intenzione di Grant. La Lardini stringe le maglie in difesa con Bisconti sugli scudi, la squadra dell’ex Pistola prova a fare l’andatura con Zambelli e Ungureanu (16-13), ma è ripresa dal muro di Partenio e sorpassata dal doppio mani out di Nicoletti (18-20). La grande protagonista del finale di set è Grant (5 punti nel set), efficace in attacco (21-23) e solida nello stoppare a muro Van Hecke (22-24). L’opposta di Cuneo (11 con il 62%) annulla la prima palla-set, sulla seconda Nicoletti (5) confeziona l’1-0 di Filottrano. L’equilibrio di inizio secondo periodo è spezzato dai muri di Candi e Van Hecke e dal un parziale di 5-0 con cui Cuneo si lancia sul 10-5. Bianchini va a rafforzare la seconda linea di una Lardini che con Nicoletti, Moretto e il muro di Papafotiou accorcia le distanze (11-9), prima di veder fuggire nuovamente le padrone di casa (con l’ex Agrifoglio in regìa al posto di Cambi) spinte sul 14-9 dai punti di Ungureanu e Markovic. Nicoletti (8 nel set) si carica il peso dell’attacco sulle spalle, il servizio di Bianchini produce due ace e… mezzo, consentendo alla Lardini di annullare il gap (14-14). Markovic rilancia (18-15), Partenio ferma la mini-fuga e Nicoletti mette a terra il 18-18 dopo una gran difesa di Bianchini. Papafotiou alza il muro (18-19), Markovic sorpassa (20-19) e Van Hecke torna puntuale in attacco (23-21). Candi punisce un appoggio errato di Filottrano (24-21) e dopo il terzo muro del set di Papafotiou è Van Hecke a siglare l’1-1. Nel segno di Moretto (due primi tempi e un ace) l’avvio di terza frazione (2-3) di una Lardini che sfrutta il lavoro del muro-difesa e i punti di Grant, Bianchini e Nicoletti per allungare il passo (6-9). Zambelli alza il muro (9-10), Filottrano torna a correre con il mani out di Partenio e il muro di Grant (9-13). La Lardini non riesce a sfruttare il momento, la Bosca San Bernardo trova impulso dalla seconda linea e con Van Hecke e Markovic si rimette al comando (16-15). Partenio spolvera la seconda linea, il mani out di Nicoletti riporta avanti Filottrano (17-18), ma il tira e molla è destinato a proseguire con l’allungo prodotto da Van Hecke (20-18), stoppato dall’ace di Bianchini (20-20). La neo-entrata Rigdon e Markovic suonano la carica per Cuneo (23-20), Partenio (5 punti) risponde a muro (23-21), Van Hecke sbaglia una volta (23-22), ma non la seconda (24-22). Gli attacchi di Nicoletti valgono il 24-23 e poi portano all’errore di Cuneo (24-24), Van Hecke (7 punti) riporta avanti le sue (25-24), le speranze della Lardini si infrangono sul muro di Markovic (26-24). Il 2-1 galvanizza Cuneo, che con la solita Van Hecke fa l’andatura in avvio di quarto set (6-3), tre punti di Partenio tengono la Lardini a stretto contatto, ma la Bosca è più incisiva (53% in attacco). Ilò rientro di Angelina e il supporto del muro (Moretto e Papafotiou) non bastano a Filottrano (16-14), Markovic allunga il passo (20-15) e il finale sorride a Cuneo che con Rigdon e il tocco di seconda di Cambi sigilla il 3-1 finale.

BOSCA SAN BERNARDO CUNEO – LARDINI FILOTTRANO 3-1

BOSCA SAN BERNARDO CUNEO: Cambi 2, Van Hecke 31, Candi 5, Zambelli 9, Markovic 13, Ungureanu 9, Zannoni (L); Nizetich, Agrifoglio, Rigdon 5. N.e.: Frigo, Baldi, Rigdon, Nizetich. All. Pistola – Petruzzelli.

LARDINI FILOTTRANO: Papafotiou 5, Nicoletti 20, Grant 10, Moretto 8, Partenio 13, Angelina 6, Bisconti (L); Mancini, Bianchini 5. N.e.: Pogacar, Sopranzetti, Chiarot (L2), Pirro. All. Schiavo – De Persio.

ARBITRI: Boris e Braico.

PARZIALI: 23-25 (29’), 25-22 (31’), 26-24 (31’), 25-17 (25’).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

NOTE: spettatori 1.400 circa. Cuneo: battute sbagliate 8, battute vincenti 2, muri 6, ricezione 54% (34%), attacco 40%; Lardini: b.s. 10, b.v. 4, mu. 12, rice 51% (27%), att. 35%. MVP: Van Hecke.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento