rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Basket

Play in Serie B: La Luciana Mosconi si spegne sul più bello, La Virtus Imola va sull'1 a 0

La Virtus Imola piazza l’1-0 nella serie valevole per l’ammissione alla prossima Serie B Nazionale. Sconfitta per una Luciana Mosconi Ancona che non ha saputo capitalizzare il buon avvio ed è rimasta quasi inerme davanti al rientro dei padroni di casa

La Virtus Imola piazza l’1-0 nella serie valevole per l’ammissione alla prossima Serie B Nazionale. Sconfitta per una Luciana Mosconi Ancona che non ha saputo capitalizzare il buon avvio ed è rimasta quasi inerme davanti al rientro dei padroni di casa che hanno trovato con ardore e intensità la precisione in attacco per affossare le speranze doriche e compiere il primo passo nella serie.

La Virtus si è presentata senza il suo leader Mladenov ma chi è sceso in campo ha lavorato e sudato anche per lui ottenendo il doppio del risultato. Ancona parte forte e prende il comando di una partita che vede i gialloneri di casa litigare con il ferro. I dorici sono avanti 6-11 dopo 5′ con Bedin e Panzini già a regime. Dalla panchina c’è un ottimo impatto di Reggiani che segna la tripla del 6-16 seguita da quella del 6-19. Il primo quarto è nelle mani degli ospiti che segnano da 3 anche con Ambrosin e conducono 11-23 al 10′.

Si sbaglia molto a inizio di seconda frazione. Imola continua a sparare a salve e adesso anche Ancona cala le medie di tiro. Il primo canestro del 2°quarto è di Bedin che firma l’11-25 a -7’23” dalla pausa. Gli ospiti sembrano già in controllo contro una Virtus che cerca ancora di capire come si guarda questa partita. Coen concede molto spazio a Piccionne che si mette con ordine in cabina di regia a dispetto dei suoi 17 anni e mezzo. Il primo canestro degli imolese arriva con Tommasini dopo 4′. Nella seconda metà del quarto iniziano ad aumentare gli errori dorici, linfa vitale per Imola che ne ricava subito fiducia. Aglio e Magagnoli tolgono il tappo dal canestro e portano i locali al -3 (24-27). Ancona si affida a capitan Panzini che segna da tre punti e poi in penetrazione per il 29-34. L’intervallo arriva con la tripla dall’angolo di Magagnoli sulla sirena che infiamma il caldo pubblico locale (32-34).

Quando si ritorna in campo la Virtus Imola si prende subito il vantaggio. Ancona ha un buon Reggiani e torna avanti con un suo gioco da 4 punti (37-40). Ma la partita adesso è cambiata del tutto con Imola che trova progressivamente sempre più fiducia togliendo le poche sicurezze ai dorici. Carta e Magagnoli segnano da tre punti e il PalaRuggi esplode. Ancona ha solo Reggiani e reagisce andando sul +5 con il suo giovane giocatore e capitan Panzini (43-48). Galassi e Aglio cuciono rapidamente lo scarto con Ancona che a -1’50” perde per falli Giombini. Il terzo quarto si chiude sul 61-58 per Imola che segna altre due triple con Magagnoli e Aglio arrivando con il naso avanti all’ultima pausa.

Nel quarto periodo si spegne definitivamente la luce in casa Luciana Mosconi. Quel 58 sulla casella dei punti fatti rimarrà per troppo tempo con Imola che dall’altra parte del campo segna in alcuni casi con troppa disinvoltura e si porta sul 68-58 dopo 2′ e mezzo. Ancona sblocca il punteggio con l’1/2 di Ciribeni, arrivano gli ultimi 5′ con la tripla di Morara seguita dal liberto segnato da Galassi per un tecnico fischiato alla panchina ospite (72-59). Tommasini lascia il campo per il 5 falli, Ancona avrebbe occasione per rosicchiare il gap ma Czoska fa complessivamente 2/4 ai liberi per il 71-63 con 4’16” da giocare. Ancona riesce al massimo a portarsi a -8 (74-66) poi perde Bedin per un problema muscolare alla gamba sinistra a -2’30 e da l’ampia sensazione di aver mollato. Galassi, Morara e Aglio arrotondano il risultato quando la Luciana Mosconi ha ormai la testa a gara-2.

Finale 83-68 figlio di un ultimo quarto da 22-10 e più complessivamente dal 51-34 del secondo tempo. Giovedi gara-2 di nuovo al Palaruggi per cercare di pareggiare una serie che così è complicatissima.

Virtus Imola – Luciana Mosconi Ancona 83-68 (11-23, 21-11, 29-24, 22-10)

Virtus Imola: Francesco Magagnoli 23 (4/5, 5/10), Luca Galassi 17 (3/8, 2/6), Marco Morara 15 (4/5, 1/3), Jacopo Aglio 14 (4/9, 2/4), Riccardo Carta 4 (0/2, 1/5), Lorenzo Dalpozzo 3 (0/0, 1/1), Claudio Tommasini 2 (1/1, 0/6), Jacopo Soliani 2 (1/1, 0/1), Alessandro Vigori 2 (1/1, 0/0), Alessandro Alberti 1 (0/0, 0/1), Edoardo Ronca 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 13 – Rimbalzi: 43 15 + 28 (Jacopo Aglio 12) – Assist: 23 (Claudio Tommasini 8)

Luciana Mosconi Ancona: Lorenzo Panzini 21 (2/3, 5/11), Francesco Reggiani 17 (2/2, 4/7), Alberto Bedin 11 (5/5, 0/0), Matteo Ambrosin 7 (2/3, 1/2), Yannick Giombini 5 (2/2, 0/0), Leonardo Ciribeni 3 (1/6, 0/4), Tommaso Carnovali 2 (1/3, 0/6), Nikodem Czoska 2 (0/1, 0/0), Niccolò Piccionne 0 (0/2, 0/2), Sega Tamboura 0 (0/0, 0/0), Davide Petrilli 0 (0/0, 0/0), Filippo Guerra 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 15 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Francesco Reggiani, Alberto Bedin 8) – Assist: 15 (Leonardo Ciribeni 6)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Play in Serie B: La Luciana Mosconi si spegne sul più bello, La Virtus Imola va sull'1 a 0

AnconaToday è in caricamento