rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Basket

Serie B: Una bellissima Luciana Mosconi Ancona batte la Virtus Imola a domicilio

Con la migliore prestazione offerta finora in trasferta la squadra di Piero Coen espugna il difficile campo della Virtus Imola centrando la sua terza vittoria consecutiva che ne consolida le ambizioni di un buon piazzamento finale in ottica playoff

Stavolta il PalaRuggi è amico della Luciana Mosconi Ancona. Con la migliore prestazione offerta finora in trasferta la squadra di Piero Coen espugna il difficile campo della Virtus Imola centrando la sua terza vittoria consecutiva che ne consolida le ambizioni di un buon piazzamento finale in ottica playoff. Grande prestazione dei dorici che partono subito bene trovando buona produttività offensiva, e quei 10 punti di vantaggio maturati nel primo quarto saranno portati in dote dai bianconeroverdi per tutto l’incontro. La Virtus ha provato un paio di volte a riavvicinarsi ma ha sistematicamente trovato una Luciana Mosconi attenta, lucida e pronta all’immediata risposta. Nella tredicesima vittoria stagionale degli uomini di Coen ci sono le firme di Tommaso Carnovali e Matteo Ambrosin, coppia di chirurgi in attacco, solito apporto di Bedin e Ciribeni ma va sicuramente sottolineato la partita del 2005 Niccolò Piccionne che ha tenuto alla grande il campo con 20’ di grande qualità segnando 8 punti forse fondamentali per il successo finale.

L’inizio di gara è scoppiettante con gli attacchi effervescenti. Ancona trova cinque triple nel primo quarto (due di Carnovali e una a testa di Ciribeni, Panzini ed Ambrosin) e tocca anche il +11 a ridosso del suono della prima sirena (18-29). Imola ha un buon impatto sulla partita di Aglio che segna due bombe per il 21-29 del 10’.
I gialloneri di casa riducono sul -6 con Aglio e Morara (25-31) in un secondo periodo dove si segna di meno rispetto alla prima frazione. Ancona riallunga sul 26-34 con il contropiede di Bedin lanciato da Carnovali versione quarter-back e poi subisce una reazione degli emiliani con Vigori e una schiacciata di Mladenov che infiamma il PalaRuggi (30-34). Il primo segnale che è una serata favorevole per la Luciana Mosconi arriva in questo momento. Guerra e un altro contropiede di Bedin cancellano subito l’inerzia dalle mani della Virtus con Ancona che riparte con il 30-39 a -1’ dall’intervallo che arriva con l’1/2 di Vigori dalla lunetta per il 31-39 di metà contesa.

Si riprende e la partita è sempre calda con il folto pubblico presente partecipe e rumoroso. Ancona però è sul pezzo e resiste alle spallate dei locali desiderosi di rientrare. Dopo 3’ di terzo quarto la Luciana Mosconi conduce 34-43  e ritocca la doppia cifra di vantaggio con la nuova tripla di Ambrosin per il 39-49 a -4’02” con il time out di Regazzi. Imola trova due canestri di Vigori da sotto, c’è l’antisportivo a Mladenov che i dorici  non capitalizzano (1/2 di Bedin e fallo in attacco di Piccionne) con Imola che arriva al -4 (42-58) con l’arresto e tiro dalla media di Tommassini. Ed ecco un altro momento chiave della partita. La Luciana Mosconi con il fiato davvero sul collo trova immediatamente le pronte risposte. Tripla di Piccionne a cui fa seguito quella di Ambrosin. In un colpo Imola si ritrova a -10 per il 48-58 ed è tutto da rifare.

L’ultimo quarto si apre con il canestro di Vigori e i liberi di Magagnoli per la Virtus che ci riprova ed è a -6 (52-58). Ancona fatica, sbaglia un paio di conclusioni di Ciribeni e commette antisportivo con Ambrosin. Gli ospiti muovono il punteggio con l’1/2 di Ciribeni per il 52-59, Magagnoli è il giallonero più in palla e mette la tripla del 55-61. Ma a questo punto arriva il colpo del k.o. degli anconetani propiziato dai fucilieri Ambrosin e Carnovali. Ancona vola al +12 (55-67), Imola non sa rispondere e allora Carnovali decide di insistere con la tripla del +15 a -5’03” dalla fine. Imola chiama time out ma è in rottura prolungata. Segna Piccionne, sbaglia Galassi e segna ancora da tre punti un Carnovali da impazzire. Ancona si trova sul +20 (55-75) e Imola è ormai sulle gambe. Alla Luciana Mosconi non rimane che gestire il comodo vantaggio accumulato in tre minuti di straordinaria follia offensiva. Nel finale si accendono un po’ gli animi con Mladenov e Ciribeni che si dicono qualcosa e il pubblico di casa si mette a beccare la guardia di Sant’Elpidio a Mare. La Virtus perde Magagnoli per falli, Ancona controlla e festeggia alla fine una vittoria meritata quanto bella e importante (70-85).

Virtus Imola – Luciana Mosconi Ancona 70-85 (21-29, 10-10, 17-19, 22-27)

Virtus Imola: Francesco Magagnoli 14 (1/2, 3/5), Borislav georgiev Mladenov 13 (3/6, 2/7), Alessandro Vigori 13 (6/11, 0/2), Jacopo Aglio 10 (2/4, 2/3), Luca Galassi 5 (1/4, 1/5), Claudio Tommasini 5 (1/3, 1/2), Marco Morara 5 (1/1, 1/3), Jacopo Soliani 3 (0/1, 1/3), Riccardo Carta 2 (1/3, 0/3), Luca Arcangeli 0 (0/0, 0/0), Alessandro Alberti 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 9 – Rimbalzi: 48 15 + 33 (Riccardo Carta 10) – Assist: 23 (Luca Galassi 7)

Luciana Mosconi Ancona: Tommaso Carnovali 19 (1/2, 5/15), Matteo Ambrosin 18 (3/4, 4/6), Leonardo Ciribeni 13 (2/6, 2/4), Alberto Bedin 12 (3/4, 0/1), Niccolò Piccionne 8 (1/1, 2/2), Lorenzo Panzini 6 (0/2, 2/4), Filippo Guerra 5 (1/3, 1/2), Yannick Giombini 4 (2/2, 0/1), Francesco Reggiani 0 (0/2, 0/2), Davide Petrilli 0 (0/0, 0/0), Nikodem Czoska 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 18 – Rimbalzi: 36 7 + 29 (Tommaso Carnovali 10) – Assist: 11 (Leonardo Ciribeni 4)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B: Una bellissima Luciana Mosconi Ancona batte la Virtus Imola a domicilio

AnconaToday è in caricamento