rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Basket

Serie B: La Luciana Mosconi Ancona affonda e poi risorge. Sfiorato il miracolo a Piacenza

La Luciana Mosconi Ancona sfiora il colpo grosso a Piacenza al termine di una gara dai due volti completamente opposti

La Luciana Mosconi Ancona sfiora il colpo grosso a Piacenza al termine di una gara dai due volti completamente opposti.

Un primo tempo dove i dorici subiscono 55 punti e finiscono imbrigliati nella rete delle 10 triple (su 17 tentativi) dei padroni di casa avanti di 19 lunghezze all’intervallo. Nella ripresa la difesa dorica è degna di questo nome e azzera le impeccabili percentuali piacentine. Nasce una gara equilibrata con i dorici che arrivano un paio di volte a -4 e chiudono sul -2 finale che assume quasi il sapore di beffa. Forse alla squadra di coach Coen non si poteva chiedere di più. Scesa in campo senza Tourè e Carnovali, la Luciana Mosconi ha vissuto sulla presenza solida di Ambrosin, Giombini e Bedin e a solita regia di capitan Panzini, oltre al lodevole contributo di Czoska e Piccionne. Nell’economia della partita pesano alla fine le brutte percentuali da tre punti di Carnovali che nel finale ha fallito i tiri che avrebbero potuto scrivere un esito del match diverso.

Coen ha Tourè e Ciribeni ma solo per puro onor di firma. La pubalgia tiene seduto in panchina il primo, mentre la botta alla spalla sinistra avuta nel recupero contro San Miniato sconsiglia rischi eccessivi sulla guardia marchigiana. Ne risulta una Luciana Mosconi con rotazioni ridotte e che parte con un quintetto pieno di giovani. Piacenza dimostra subito feeling con il tiro da fuori. El Agbani e Coltro iniziano con le triple che danno il vantaggio ai locali, la Luciana Mosconi spara a salve i suoi primi colpi e poi arriva con Giombini e Panzin alla parità a quota 12 poco dopo la prima metà del quarto iniziale. Nel finale di periodo però si accende Angelucci che con 6 punti di fila scava il 24-17 che separa le due squadre dopo 10′.

Il secondo quarto è da record per Piacenza. Livelli inaugura subito una serie di triple degna di Steph Curry. L’ex Fiorenzuola ne segna 4, e allo show si aggiungono anche quelle di Koursonov, El Agbani e Berra. All’intervallo Piacenza ha 10/17 da tre e tanta inerzia in mano grazie a un punteggio che si dilata fino al +21 (44-23) dopo 15′. La Luciana Mosconi cerca energie soprattutto mentali per non affondare così presto. Piacenza tocca il +23 (53-30) prima del 55-36 con cui si torna negli spogliatoi per l’intervallo.

Si torna in campo e chi si aspettava una ripresa di puro garbage time è stato prontamente deluso. Ancona trova subito il 5-0 con Giombini e Czoska. La panchina locale snasa subito il pericolo e chiama time out. Ma in campo c’è adesso una nuova Luciana Mosconi che recupera palloni e coinvolge un attacco più efficace. Piacenza vede restringersi il canestro e abbassa le sue medie fantascientifiche. Dopo 5′ di secondo tempo i dorici si trovano a -6 (55-49) con i locali ancora a secco. Sul 55-51 arriva il primo canestro della Bakery che porta la firma, manco a dirlo, di Livelli da tre. Berra riporta ossigeno agli emiliani (altra tripla per il 61-53). Gli ultimi 2′ di terzo quarto vedono un buon Bedin presente sotto canestro e il canestro sulla sirena di Angelucci che scrive 64-55 sul punteggio del terzo quarto.

Rinfrancata dal buon lavoro svolto la Luciana Mosconi rimane attenta. Panzini segna due triple che rispondono ai due bei canestri dell’ottimo Coltro (68-61). Livelli si mette a segnare anche da due, e allora la Luciana Mosconi trova la prima tripla in carriera in Serie B di Niccolò Piccionne che porta Ancona a -4 (70-66). Il cronometro corre fino agli ultimi 3′ di gioco con Cecchetti che da sotto segna il 74-68. Carnovali sbaglia le triple che avrebbero potuto regalare maggiore fiducia ai dorici che a -2’32” perdono Giombini per falli. Ancona si trova a -7 a -1’50” dalla fine dopo il gioco da tre punti di Ambrosin, Anche Piacenza perde un pezzo con Koursonov che esce di scena per 5 falli. Bedin di potenza segna il -5 mentre arriva l’ultimo minuto. Piacenza spreca ancora con Angelucci che commette infrazione di passi e allora c’è nuovamente Bedin che a 43″ dalla fine mette i suoi a soli 3 punti di distanza (78-75). Piacenza che ha vissuto una serata beneficiando di una grande percentuale nel tiro da tre non può non provare la conclusione dalla lunga distanza e Coltro segna a 20″ dalla fine la tripla probabilmente più importante delle 13 realizzate dalla sua squadra. Panzini dalla lunetta porta Ancona a -4 (81-77). Angelucci commette fallo in attacco e gli ospiti avrebbero una ghiotta opportunità per accorciare ma la tripla di Carnovali è ancora rifiutata dal ferro. Piacenza decide che ancora non è finita regalando la rimessa a Bedin che segna il -2 ma ormai non c’è più tempo per continuare a sperare.

Sconfitta per la Luciana Mosconi (81-79) che torna a casa con l’amaro per aver regalato un tempo al valido avversario ma anche con la convinzione di aver sfiorato il miracolo in condizioni davvero difficili. Testa ora a mercoledi 7 dicembre quando si tornerà in campo nel turno infrasettimanale con Panzini e soci che ospiteranno al Palarossini la Sinermatic Ozzano.

Bakery Basket Piacenza – Luciana Mosconi Ancona 81-79 (24-17, 31-19, 9-19, 17-24)

Bakery Basket Piacenza: Umberto Livelli 25 (3/4, 5/8), Gabriele Berra 13 (2/4, 3/7), Simone Angelucci 13 (4/7, 0/4), Mattia Coltro 13 (2/2, 2/4), Alessandro Cecchetti 8 (4/10, 0/1), Zakaria El agbani 6 (0/0, 2/4), Kirill Korsunov 3 (0/2, 1/4), Riccardo Agbortabi 0 (0/1, 0/1), Matteo Balestra 0 (0/0, 0/0), Stefano Carone 0 (0/0, 0/0), Mattia Molinari 0 (0/0, 0/0), Samuele Ringressi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 14 – Rimbalzi: 38 9 + 29 (Simone Angelucci, Alessandro Cecchetti 7) – Assist: 11 (Gabriele Berra 4)

Luciana Mosconi Ancona: Alberto Bedin 19 (9/11, 0/0), Matteo Ambrosin 17 (3/5, 2/6), Lorenzo Panzini 13 (0/1, 3/5), Yannick Giombini 12 (3/6, 1/4), Nikodem Czoska 7 (1/1, 1/3), Niccolò Piccionne 5 (1/1, 1/4), Nicola Calabrese 3 (0/1, 0/4), Tommaso Carnovali 3 (0/2, 1/9), Davide Petrilli 0 (0/1, 0/0), Leonardo Ciribeni 0 (0/0, 0/0), Mohamed Toure 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 27 – Rimbalzi: 36 10 + 26 (Yannick Giombini 10) – Assist: 13 (Lorenzo Panzini 5)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B: La Luciana Mosconi Ancona affonda e poi risorge. Sfiorato il miracolo a Piacenza

AnconaToday è in caricamento