Venerdì, 12 Luglio 2024
Basket

Serie B: Grande vittoria per la Luciana Mosconi che batte Roseto a domicilio

Serve un supplementare ad Ancona per espugnare il campo della capolista

L’aveva già fatto a Rimini e si è tremendamente ripetuta a Roseto. Alla Luciana Mosconi piace saccheggiare il campo delle prime della classe e stavolta il colpo del PalaMaggetti è un autentico capolavoro dei ragazzi di coach Coen capaci di contrastare la Liofilchem in 45′ di autentica battaglia. Vittoria di carattere di una squadra che nonostante le difficoltà degli ultimi tempi è riuscita a sfoderare una prestazione ad altissima intensità come mai forse in questa esaltante stagione era riuscita a fare.
Una Luciana Mosconi più corta rispetto all’avversario, cortissima nell’overtime affrontato senza Cacace fuori per falli. Roseto va sul +3 nei primi minuti del supplementare e vuole chiudere i discorsi ma non fa i conti con la squadra dorica che segna i primi punti del prolungamento con il 2/2 di Minoli a -2’41” dalla fine e poi piazza il sorpasso con il canestro da sotto di un monumentale Andrea Quarisa. Roseto sbaglia con Mei, Quarisa stavolta è sfortunato con il suo tiro che entra ed esce e così la Liofilchem torna avanti con il 2/2 di Di Emidio a -1’13” dalla fine (75-74). Quarisa è in versione Nikola Jokic e realizza il nuovo sorpasso dorico. Roseto si prende la tripla ma Mei sbaglia nuovamente. Si lotta a rimbalzo e c’è il fallo su Minoli che va in lunetta sotto l’inferno del PalaMaggetti ed è freddissimo per il 2/2 del 75-78. Non è ancora finita perchè Roseto torna in attacco ma anche il tentativo da tre di Amoroso sbatte sul ferro. C’è ancora fallo su Minoli che a 8″ dalla fine può chiudere i conti dalla lunetta ma le energie fisiche e mentali sono davvero azzerate e il lombardo commette stavolta un duplice errore. I punti di vantaggio della Luciana Mosconi rimangono 3 e Roseto ha l’ennesima occasione. La palla arriva nell’angolo di nuovo ad Amoroso che sbaglia il tiro che avrebbe portato tutti al secondo overtime liberando l’urlo di gioia dei dorici sotto gli occhi dei tifosi rosetani sconfitti per la prima volta.

I 40′ precedenti all’adrenalinico overtime sono tutti intensità allo stato puro tra due squadre non in salute ma che non si risparmiano di certo. Coen ripropone il quintetto iniziale avuto contro Senigallia con Panzini, Minoli, Cacace, Pozzetti e Giombini. Dall’altra parte Quaglia parte con Di Emidio,  Pastore, Serafini, Amoroso e il rientrante Nikolic. Roseto va avanti a suon di triple (9-4), la Luciana Mosconi si assesta e non barcolla rispondendo con il break che la porta a contatto grazie al buon impatto di Centanni e Quarisa entrati dalla panchina a metà periodo. Cacace dalla lunetta e la tripla del capitano spingono un’ottima Ancona fino all’11-14 con cui si chiude il primo quarto.

Sul secondo quarto del PalaMaggetti c’è l’impronta del corpaccione di Andrea Quarisa. Il lungo veneziano segna i primi 8 punti della squadra ospite che va sul 17-22 dopo 5′. Roseto cerca di coinvolgere i suoi lunghi perchè li sotto gente del calibro di Nikolic e Amoroso fanno male a chiunque. Proprio il serbo colpisce e ispira un buon momento degli abruzzesi che rimettono il naso avanti con le triple di Pastore e Mei. Roseto è sul 32-29 e tutto è rimesso in parità dalla tripla di Giombini prima del rimbalzo offensivo di Nikolic tramutato in canestro e il mancato tap in vincente dello stesso Giombini sulla sirena. Tutti negli spogliatoi per tirare un pò il fiato sul 34-32 in favore dei biancoblu di casa.

Si riprende, e si ricomincia a combattere rispettando lo stesso copione. Squadre in costante contatto con la Luciana Mosconi che nella seconda metà del quarto cerca la fuga. Panzini segna la tripla del 45-47 aumentano i decibel al PalaMaggetti che si infiamma per un tecnico sanzionato a Quaglia. Cacace arriva al 3°fallo e subito dopo mette dall’angolo la tripla del 46-50, immediatamente imitato da Panzini. Roseto si tiene in corsa con Mei (48-53) ma il buon momento dorico prosegue con il canestro di Giombini in un 1vs1 contro Amoroso. La serie di errori che contraddistingue la parte finale della terza frazione è interrotta dal 2/2 di Panzini nato dall’antisportivo fischiato a Zampogna con la nuova ondata di fischi alla coppia arbitrale. 50-57 e si entra nell’ultimo minuto del periodo. Arriva il 4°fallo di Cacace, Nikolic ne mette altri due da sotto e Panzini da tre punti scrive 52-60 per gli ospiti a 10′ dal termine dei regolamentari.

Tutto è pronto per riprendere il gioco ma si deve aspettare qualche minuto perchè qualche tifoso ha ben pensato di nascondere il pallone di gara. La Luciana Mosconi non è turbata dall’inconveniente e val sul +10 (52-60) con il tiro dalla distanza di Centanni. Roseto non si spaventa di certo e ricuce subito con il solito Nikolic, un gioco da tre punti e la successiva tripla di Pastore. 60-62 e tutto di nuovo in gioco. A 5′ dalla fine ennesima parità con Nikolic che chiama e Cacace pronto a rispondere (64-64). Panzini e Quarisa portano Ancona sul +4, le stesse distanze che ci saranno a -2’39” dopo i liberi vincenti di Cacace (66-70). Pochi istanti più tardi il gladiatore ligure lascia il campo per il quinto fallo con Roseto che va sul -1 con 1′ e mezzo da giocare (69-70). La Liofilchem difende forte e costringe all’attacco anconetano di arrivare alla forzatura sulla sirena dei 24″ con l’errore di Panzini, sbaglia anche Pastore e si arriva a 36″ dalla fine con Mei mandato in lunetta. 1/2 dell’ex Chiusi e tutti ancora in parità. Coen disegna l’attacco nel time out ma la sua squadra non sa mettere in pratica commettendo nuovamente infrazione di 24″. Roseto ha 12″ per vincere. Zampogna sbaglia il tiro da tre e Amoroso si divora da sotto il tap in mentre suona la sirena. Su quel 70 pari si entra tutti nel palpitante overtime che porta in trionfo il coraggio e il carattere di questa straordinaria Luciana Mosconi.

Liofilchem Roseto – Luciana Mosconi Ancona 75-78 (11-14, 23-18, 18-28, 18-10, 5-8)

Liofilchem Roseto: Aleksa Nikolic 19 (8/11, 1/4), Andrea Pastore 15 (1/2, 4/10), Edoardo Di emidio 12 (1/1, 2/5), Nicola Mei 12 (1/2, 3/9), Valerio Amoroso 7 (1/4, 1/5), Gianluca Di carmine 6 (3/6, 0/2), Alberto Serafini 4 (0/1, 1/2), Alfonso Zampogna 0 (0/0, 0/6), Alessandro Mariani 0 (0/0, 0/0), Niccolò Gaeta 0 (0/0, 0/0), Nikola Mraovic 0 (0/0, 0/0), Riccardo Bassi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 9 / 13 – Rimbalzi: 38 13 + 25 (Aleksa Nikolic 7) – Assist: 18 (Andrea Pastore 7)

Luciana Mosconi Ancona: Lorenzo Panzini 18 (3/4, 3/8), Andrea Quarisa 18 (8/14, 0/0), Simone Centanni 15 (3/4, 3/6), Alberto Cacace 14 (4/6, 1/2), Yannick Giombini 7 (2/4, 1/2), Tommaso Minoli 6 (0/5, 0/5), Simone Pozzetti 0 (0/3, 0/4), Mohamed Regai 0 (0/0, 0/0), Thomas Aguzzoli 0 (0/0, 0/0), Edoardo Anibaldi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 18 – Rimbalzi: 35 8 + 27 (Andrea Quarisa 10) – Assist: 9 (Simone Centanni 4)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B: Grande vittoria per la Luciana Mosconi che batte Roseto a domicilio
AnconaToday è in caricamento