rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Basket

La Luciana Mosconi si arrende a Roseto ma chiude la stagione tra gli applausi

Finisce con il pubblico tutto in piedi ad applaudire i giocatori della Luciana Mosconi stremati dopo l’ultima battaglia che segna la fine della stagione dei ragazzi di Piero Coen. La Liofilchem Roseto soffre tremendamente ma alla fine vince e conquista il posto in finale per la Serie A2.

Finisce con il pubblico di fede dorica tutto in piedi ad applaudire i giocatori della Luciana Mosconi stremati dopo l’ultima battaglia. Tanto sudore ed energie azzerate dopo gara-4 di semifinale playoff che segna la fine della stagione dei fantastici ragazzi di Piero Coen arresisi davanti alla Liofilchem Roseto che soffre tremendamente ma alla fine vince e conquista il sospirato posto in finale per la Serie A2. I bianconeroverdi dorici hanno sprigionato in campo tutta la loro proverbiale intensità agonistica e sono stati superati dalla forza debordante dell’avversario che dimostra ancora una volta il proprio valore e caratura tecnica.

La Luciana Mosconi subisce un primo tempo dove Roseto sembra aver ritrovato lo smalto delle prime due partite. Nikolic prende per mano la Liofilchem che chiude in doppia cifra il primo quarto e allunga fino al +19 a 3′ dall’intervallo. Nella ripresa la squadra di casa è quasi commovente quando riprende la partita in mano fino ad arrivare in parità prima della tripla sulla sirena del 30′ di Mei. Gli ultimi 10′ di gioco riservano tante emozioni con Roseto che si affida al talento ed esperienza che ne popolano l’organico. I dorici però rimangono ancorati al forte avversario con Panzini che addirittura fallisce la tripla del sorpasso e che forse avrebbe scritto un finale diverso. Roseto rimane invece avanti e trova a 50″ dalla fine la tripla di Pastore che vuol dire accesso in finale.

Per gara-4 c’è una bella cornice di pubblico. Tanti rosetani tornano nel capoluogo marchigiano dopo 48 ore ma c’è un bel colpo d’occhio anche sulla gradinata locale. Soliti quintetti iniziali e si parte con Roseto che vuol far capire che gara-3 è stata solo un eccezione. Di Emidio e Serafini colpiscono dalla lunga distanza e c’è un primo allungo che porta gli ospiti dal 10-8 al 10-13 con Nikolic che inizia a mandare lampi della sua classe. La Luciana Mosconi non sfigura ma deve fare i conti con una Liofilchem concentrata. Nikolic firma da solo l’intero parziale di 0-9 che lancia Roseto sulla doppia cifra (15-25). Le stesse distanze che ci saranno al suono della prima sirena dopo il canestro di Quarisa e quello del serbo che beneficia di un regalo dorico per il 17-27 del 10′.

Qualche errore di troppo della Luciana Mosconi facilita il compito di un Roseto che prova la fuga già nella prima metà di secondo quarto con la tripla di Mei e altri quattro punti di Nikolic. +17 (21-38) per Roseto che si dimostra superiore. Ancona cerca di resistere colpendo da tre punti con Panzini e Minoli (27-43) ma arriva il massimo vantaggio abruzzese con la tripla di Di Emidio per il 27-46 che rispolvera i ricordi delle prime due partite della serie. Prima dell’intervallo Quarisa segna due bei canestri e Minoli sulla sirena scrive 34-46 per un -12 che visto come si era messa è un buon risultato.

A inizio di secondo tempo le difese sono superiori ai rispettivi attacchi. Per vedere il primo canestro bisogna mandare avanti di 2’30” con Pozzetti che colpisce da tre punti. Roseto adesso fatica ad attaccare una difesa dorica che si fa ancor più opprimente e precisa. Ancora Pozzetti da tre e poi Quarisa portano Ancona a -7 (42-49) a -4’08”. Ma l’onda dorica non si ferma. Pozzetti segna la terza tripla del suo fantastico terzo quarto, e c’è subito dopo il contropiede vincente di Cacace del 47-52 a -3’11”. Quaglia chiama time out e il Palarossini esplode di entusiasmo come davvero mai ha fatto in tutta la sua sonnecchiante storia. I ragazzi in campo avvertono l’elettricità in aria. Panzini segna la tripla del -3 (51-54) e dopo l’errore di Pastore c’è Giombini che segna solo uno dei due liberi a disposizione e manda i suoi a -2. Roseto sbaglia ancora, stavolta con Nikolic, e allora ecco la parità con la firma di Quarisa che segna cadendo all’indietro aiutandosi con il tabellone. Il terzo quarto, interamente della Luciana Mosconi, si chiude con la tripla sulla sirena di un grande Mei per il 54-57 del 30′.

Le squadre sono a contatto e Ancona ritorna alla minima distanza con Quarisa. Per Roseto riprende a segnare Nikolic, rimasto a secco nel 3°quarto. Mei segna ancora da tre punti (58-62) ma la Luciana Mosconi continua ad avere un Pozzetti in versione extra lusso (60-62). La Liofilchem tiene il vantaggio che è al massimo di 4 punti e subisce con costanza la replica dorica. Due entrate di Minoli permettono agli anconetani di sperare ancora (64-66). Giombini esce per falli (-4’02), Di Emidio sbaglia la tripla frontale e c’è l’errore di Panzini che avrebbe messo Ancona davanti. Arrivano gli ultimi 2′ aperti dall’1/2 di Quarisa per il -3 (65-68) a -1’46” dalla fine. Un lasso di tempo in cui la Luciana Mosconi non riuscirà più a segnare. A Roseto basta contenere e segnare la tripla di Pastore a 50″ (65-71), Minoli sbaglia il tiro da tre ed un segnale di resa. Coen chiama time out per salutare i suoi ragazzi che quando rientrano in campo si dispongono in fila davanti al loro pubblico. Pastore segna il libero del 65-72 che sarà anche il risultato finale con gli ultimi 30’spesi a iniziare i saluti che proseguieranno su entrambi i fronti.

Luciana Mosconi Ancona – Liofilchem Roseto 65-72 (17-27, 17-19, 20-11, 11-15)

Luciana Mosconi Ancona: Simone Pozzetti 16 (2/2, 4/7), Tommaso Minoli 14 (4/8, 2/6), Andrea Quarisa 14 (6/9, 0/0), Alberto Cacace 7 (2/6, 1/1), Lorenzo Panzini 6 (0/3, 2/5), Yannick Giombini 4 (0/2, 1/3), Simone Centanni 4 (2/4, 0/1), Mohamed Regai 0 (0/0, 0/0), Thomas Aguzzoli 0 (0/0, 0/0), Nikodem Czoska 0 (0/0, 0/0), Edoardo Anibaldi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 3 / 6 – Rimbalzi: 29 3 + 26 (Simone Pozzetti, Andrea Quarisa 9) – Assist: 15 (Tommaso Minoli 7)

Liofilchem Roseto: Aleksa Nikolic 24 (10/15, 0/0), Nicola Mei 16 (2/2, 4/6), Edoardo Di emidio 9 (0/2, 3/7), Valerio Amoroso 6 (3/3, 0/3), Andrea Pastore 6 (1/5, 1/5), Alberto Serafini 6 (0/2, 2/6), Antonio Ruggiero 5 (1/2, 1/1), Alfonso Zampogna 0 (0/0, 0/1), Nikola Mraovic 0 (0/0, 0/0), Riccardo Bassi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 9 – Rimbalzi: 23 3 + 20 (Valerio Amoroso 5) – Assist: 19 (Andrea Pastore 7)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Luciana Mosconi si arrende a Roseto ma chiude la stagione tra gli applausi

AnconaToday è in caricamento