rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Basket

Serie B: Una solida Luciana Mosconi vince a Cesena e si conferma in zona play-off

Seconda vittoria consecutiva per Ancona che espugna il Carisport grazie ad una grande difesa

Bella vittoria per la Luciana Mosconi Ancona, che al Carisport di Cesena, batte i Tigers e porta a casa due punti fondamentali per la corsa play-off.

Prestazione maiuscola della squadra di Piero Coen figlia di un grande atteggiamento difensivo che ha finito per togliere il fiato ai padroni di casa. Pur non tirando con percentuali altisonanti, i dorici hanno condotto la gara arrivando anche al +15 a metà del terzo quarto. In apertura di ultimo periodo Cesena si è affidata alla forza della disperazione tornando a -5, ma a quel punto la Luciana Mosconi non si è disunita finendo per ricompattarsi e tornare puntuale e intensa in difesa fino a riuscire a trovare i canestri che l’hanno portata anche sul +19 fino al definitivo 48-63 finale.

Coen parte riproponendo il quintetto con Minoli e Panzini completato con Cacace, Giombini e Quarisa. Si segna poco all’inizio con la Luciana Mosconi che si affida al tiro da fuori non trovando troppo successo. Cesena conduce 6-2 dopo 4′ fino a quando non irrompe sulla partita Tommaso Minoli, un vero fattore per i neri ospiti per l’intera partita. Il numero 0 di Coen segna due triple che aprono il break di 2-13 che porta Ancona sul 8-15 e crea non pochi problemi ai padroni di casa. Gallizzi e Quarisa chiudono i primi 10′ sul 10-17 per la Luciana Mosconi.

Il fattore dominante del secondo periodo sono i falli dei lunghi anconetani. Quarisa, Giombini e Pozzetti arrivano tutti al terzo fallo e Coen deve gestire una situazione pesante rinunciando alla maggiore fisicità in area. In apertura di periodo Cesena mette il naso avanti producendo un break di 9-0 per il 19-18 finalizzato dal giovane Ndour. Ancona però è tranquilla. Giombini si fa sentire in area e riporta gli ospiti avanti. La partita è elettrizzante e vive anche sui tanti errori ai liberi su ambo i fronti. Nell’ultimo minuto prima dell’intervallo, Minoli da tre punti e Cacace da sotto mettono Ancona sul +5 prima della tripla di Bugatti che manda tutti negli spogliatoi sul 25-28 per i dorici.

La ripresa è un trattato di difesa. Cesena smarrisce la via del canestro. I romagnoli costruiscono anche buoni tiri ma sempre frutto di un attacco che perde lucidità durante la sua manovra, colpa di una tentacolare e tattica difesa di una Luciana Mosconi che tocca il +10 (25-35) dopo 6′. Il primo canestro dei cesenati arriva a 3′ dalla terza sirena. Intanto sia Quarisa che Pozzetti si beccano il 4°fallo ma le rotazioni di Coen non sembrano risentirne troppo. Aguzzoli e un gioco da tre punti di Minoli portano Ancona sul 27-42 e tanta fiducia in più sul fronte anconetano. La fine del terzo quarto arriva con le due triple di Brighi che tengono accesa la spia della speranza in casa Tigers e scrivono 33-43 sul tabellino dopo 30′.

L’inizio di ultima frazione è forse il momento peggiore della Luciana Mosconi, sicuramente quello in cui i dorici hanno più timore che l’avversario si sia svegliato. Triple di Bugatti e Brighi per il 39-43 e partita completamente riaperta con Bugatti che fallisce anche la bomba del -1. -7’56” dalla fine e Coen ordina ai suoi di tornare ad essere super in difesa. Basta dirlo e la Luciana Mosconi si riaccende su entrambi i lati del campo. Parziale di 8-0 siglato da Centanni e Pozzetti  con -5’43” da giocare e stavolta il time out è di Tassinari. Cesena trova contributo anche da Arnaut (tripla del 42-47) ma è un lampo che da slancio alla definitiva accelerata anconetana. Quarisa fa 2/2 ai liberi a -4′ dallo stop con Ancona che va a +9. Ma il gioco definitivo che mette su un piatto d’argento i due punti alla Luciana Mosconi è quello da quattro punti confezionato da Minoli. Tripla realizzata dall’angolo e fallo subito. 3+1 per l’esterno di Caronno Pertusella che scrive 42-55 a -2’56”. Ancona sente l’odore del sangue e affonda il colpo. Tripla di Pozzetti e subito dopo quella dall’angolo di Cacace per il 42-61 con 1’47” da giocare. Fine dei discorsi per una Luciana Mosconi che vince con le braccia alzate al traguardo e Cesena ingabbiata tra i suoi problemi offensivi e una difesa da far girar la testa.

Tigers Cesena - Luciana Mosconi Ancona 48-63 (10-17, 15-11, 8-15, 15-20)

Tigers Cesena: Simon Anumba 9 (3/5, 0/3), Antonio Brighi 9 (0/1, 3/8), Fabio Bugatti 7 (0/3, 2/6), Obinna Nwokoye 6 (3/6, 0/0), Giulio Mascherpa 5 (1/3, 1/5), Ezio Gallizzi 5 (1/3, 1/7), Vladan Arnaut 3 (0/0, 1/1), Gioele Moretti 2 (1/2, 0/4), Rene’ maurice Ndour 2 (1/1, 0/0), Lorenzo Bertini 0 (0/1, 0/0), Nicolò Baldisserri 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 4 / 11 - Rimbalzi: 35 6 + 29 (Giulio Mascherpa 10) - Assist: 9 (Giulio Mascherpa, Gioele Moretti 2)

Luciana Mosconi Ancona: Tommaso Minoli 21 (2/7, 5/7), Simone Centanni 9 (4/5, 0/5), Alberto Cacace 8 (2/5, 1/1), Andrea Quarisa 8 (3/7, 0/0), Yannick Giombini 7 (2/7, 1/3), Simone Pozzetti 5 (1/2, 1/6), Thomas Aguzzoli 5 (2/4, 0/1), Lorenzo Panzini 0 (0/0, 0/3), Veselin veselinov Gospodinov 0 (0/0, 0/0), Alessio Zandri 0 (0/0, 0/0), Edoardo Anibaldi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 14 - Rimbalzi: 47 10 + 37 (Andrea Quarisa 12) - Assist: 15 (Tommaso Minoli, Simone Centanni 4)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B: Una solida Luciana Mosconi vince a Cesena e si conferma in zona play-off

AnconaToday è in caricamento