L’atletica Osimo ai campionati italiani juniores – promesse indoor

Primo fine settimana tricolore e subito spettacolo per l'atletica leggera al Banca Marche Palas di Ancona, con i Campionati Italiani Individuali Juniores e Promesse Indoor

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Primo fine settimana tricolore e subito spettacolo per l'atletica leggera al Banca Marche Palas di Ancona, con i Campionati Italiani Individuali Juniores e Promesse Indoor di sabato 8 e domenica 9 febbraio. Spettacolo per il numero dei partecipanti, più di 1.100 atleti - gara, ma soprattutto per i risultati ottenuti.

Tra i giovani in gara (ricordiamo che la categoria juniores riguarda gli anni 1995 - 1996 e la categoria promesse gli anni 1992 - 1994), anche alcuni atleti juniores provenienti dall'Atletica Osimo, schierati con la maglia della T.A.M. (Team Atletica Marche). Nella giornata di sabato era in gara Manuel Nemo per il salto in alto: un buon sesto posto con la misura di 1.98, la stessa del quarto e quinto classificato, a pochi centimetri dal suo primato stagionale e dalla misura che sarebbe stata medaglia di bronzo. Nemo in pista anche domenica nei 60 m. hs.: 8.64 in batteria e sesto posto nel turno di semifinale con il tempo di 8.55. Stessa gara, i 60 m. hs, anche per Silvia Verolo: per lei diciassettesimo posto con il tempo di 9.69 che, per pochi centesimi non le ha consentito di disputare la "finale 2".

Grande risultato tecnico per Simon Nguimeya Tsopmo nel salto triplo, con la misura di m. 14.83, suo primato personale, ottenuta all'ultimo salto. L'atleta camerunense è stato tra l'altro protagonista, involontario, di un errore - indecisione della giuria che lo ha costretto a ripetere il primo salto: l'episodio non gli ha pregiudicato il proseguimento della gara e l'accesso ai salti di finale, dove, come detto, ha trovato la misura che lo classifica al sesto posto, ma che per pochissimi centimetri non gli consente di battere il record sociale e di accedere ai Campionati Italiani Assoluti.

La domenica si concludeva con le staffette 4 x 200: la squadra maschile della T.A.M., composta per metà dagli osimani Andrea Beccacece e Manuel Nemo, si piazzava in ventesima posizione con il tempo di 1.37.05. Altre competizioni hanno visto impegnati gli atleti osimani nella giornata di domenica 9 febbraio. A San Benedetto del Tronto si sono tenuti i Campionati Invernali Lanci - 2^ Prova Fase Regionale. Nella categoria cadetti/e primo posto per Giulia Curina nel disco e nel giavellotto (primato personale); secondo posto per Irene Montalbò nel giavellotto e nel martello; terzo e quarto posto per Alessio Tonti nel disco e nel martello. Nel martello allieve, quarto posto per Chiara Fagioli (primato personale). Tra gli juniores, terzo e quarto posto per Gianluca Re (in realtà, categoria allievi) e Davide Baldinelli nel disco; terza Emma Mengani nel martello (primato personale). Nel lancio del disco assoluti, nono Cristian Saracchini.

A Castelraimondo appuntamento con la corsa campestre per il "3° Cross Città di Castelraimondo" (Campionato Regionale Individuale Master di Corsa Campestre). Tra gli juniores (distanza di 6 km.) secondo Enrico Rossi e quarto Redon Hamiti; nella categoria SM65 (distanza di 4 km.), quindicesimo posto per Mario Fiori. Mercoledì 12 febbraio ancora Meeting Nazionale Indoor al Banca Marche Palas di Ancona, con ultime possibilità per le categorie allievi/e di ottenere i minimi di partecipazione ai Campionati Italiani di categoria che si terranno, sempre ad Ancona, sabato 15 e domenica 16 febbraio. Alcuni atleti osimani hanno gareggiato, ottenendo buoni risultati, in un pomeriggio che ha riservato la sorpresa di vedere in pista nell'impianto anconetano Veronica Borsi, la primatista italiana dei 60 m. hs. indoor e dei 100 m. hs. all'aperto. Per l'atleta delle Fiamme Gialle esordio stagionale sui 60 m. piani, dove era in gara anche Chiara Bazzoni (Esercito), già presente in meeting precedenti: per la cronaca, rispettivamente primo e secondo posto per le due atlete.

Tornando agli atleti di casa nostra, terzo posto in batteria nei 60 m. per l'allievo Andrea Fossati Pesaresi con il nuovo personale di 7.55; stesso tempo ottenuto da Manuel Nemo, che gli consentiva di vincere la "finale 2". Nei 60 m. ha gareggiato anche l'atleta FISDIR Gaetano Schimmenti, ottenendo un buon 7.92, non lontano dal suo recente personale di 7.80. Primato personale migliorato anche per Silvia Verolo, seconda nei 60 hs, con il tempo di 9.56. L'ultimo degli osimani in gara, lo junior Andrea Beccacece, giunto quattordicesimo nei 400 m.

Torna su
AnconaToday è in caricamento