Sport

Atletica, giovani promesse delle Marche per il tricolore ad Ancona

30 atleti della regione in gara al Palaindoor, nei Campionati italiani juniores e promesse del weekend

Tutto pronto ad Ancona per i Campionati italiani juniores e promesse indoor. Sabato 4 e domenica 5 febbraio si sfidano i migliori talenti delle categorie under 20 e under 23, per contendersi ben 52 titoli nazionali. Grandi numeri di partecipazione al Palaindoor, con più di 1200 atleti-gara iscritti provenienti ogni angolo della penisola, in rappresentanza di quasi 200 società, a garantire il tutto esaurito nelle strutture ricettive della zona. E per la ventitreesima volta su 42 edizioni, il capoluogo marchigiano ospita la rassegna che più di ogni altra la vede come sede preferenziale. Molti i protagonisti azzurri annunciati: fra le promesse Ayomide Folorunso (Fiamme Oro), finalista olimpica della 4x400 e attesa stavolta sui 400 metri, invece nel lungo sfida stellare tra Filippo Randazzo (Fiamme Gialle), bronzo europeo juniores del 2015, e Marcell Jacobs (Fiamme Oro), presente fuori classifica, che nel 2016 ha realizzato la migliore prestazione di sempre per un italiano (8,48 ventoso). Nelle sfide juniores al via l’oro continentale U18 degli ostacoli Desola Oki (Cus Parma) e il campione mondiale allievi dell’alto Stefano Sottile (Fiamme Azzurre).

In gara 30 giovani atleti delle Marche, per rinnovare la tradizione che li vuole in prima fila. Sugli 800 metri promesse va in caccia di un altro podio tricolore Eleonora Vandi, la mezzofondista pesarese dell’Atletica Avis Macerata che nella passata stagione ha vinto il titolo nazionale all’aperto e l’argento indoor. Un altro nome di punta è quello del fabrianese Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo), che proverà a confermarsi campione italiano juniores dei 5000 marcia, e nella stessa categoria fa il suo debutto Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), bronzo europeo under 18 sugli 800, iscritto anche nei 1500 metri. Sulla pedana del salto in lungo Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) si presenta con la migliore prestazione italiana stagionale under 20, grazie al 5,98 ottenuto nel mese di gennaio. Tra le juniores lotterà di nuovo per le posizioni di vertice anche Sonia Kebe (Team Atl. Marche), sprinter di Corridonia, che l’anno scorso si è aggiudicata il bronzo tricolore sui 60 indoor e l’argento nei 100 all’aperto. La velocista è attesa anche sui 200 metri, dove troverà fra le altre Elisa Maggi (Atl. Fabriano). Da seguire con attenzione l’ostacolista. Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese), al via con il quarto tempo stagionale sui 60hs promesse, a un solo centesimo dalla terza posizione. Nella stessa gara ci sarà poi l’osimano Manuel Nemo (Team Atl. Marche), pochi giorni dopo aver conquistato il bronzo tricolore di categoria nell’eptathlon. Sempre nel rettilineo del Palaindoor, ma senza barriere, lo junior Vittorio Massucci (Sport Atl. Fermo) ha il settimo crono degli iscritti sui 60 metri e quindi ha l’ambizione di conquistare la finale, mentre nei 3000 promesse scenderà in pista da campione in carica Ahmed Abdelwahed, romano di famiglia egiziana che da quest’anno difende i colori del Cus Camerino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atletica, giovani promesse delle Marche per il tricolore ad Ancona

AnconaToday è in caricamento