Sport

Andrea Cavalletti batte due record italiani nel nuoto master

Andrea Cavalletti che ha battuto due record italiani, nuotando i 50 dorso in 27''80 abbassando il precedente primato di 5 decimi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Clamoroso exploit al meeting internazionale di San Marino per Andrea Cavalletti che ha battuto due record italiani. L'atleta in forza al Team Marche Master, ha nuotato i 50 dorso in 27''80 abbassando il precedente primato di 5 decimi e precedendo in classifica Michele Luconi, altro atleta Team Marche Master, ma ha anche demolito il precedente record sui 200 rana fermando il cronometro 3 secondi prima del precedente record.

Lo stesso Cavalletti non più tardi di due settimane fa, ai campionati regionali di Senigallia, aveva anche ritoccato il record italiano dei 200 misti dimostrandosi in uno straordinario stato di forma.

Il meeting internazionale di San Marino di nuoto master era l'ultimo in vasca lunga al quale il Team Marche Master, squadra di nascita jesina ma che comprende atleti che si allenano nell'impianto di Falconara M., Moie, San Severino M. e Fabriano, ha partecipato prima dei campionati mondiali previsti a Riccione in programma il prossimo giugno.

"Aldilà delle prestazioni su tempi da agonista puro di Andrea Cavalletti che ci dà una grande mano anche negli allenamenti con consigli a tutti i ragazzi dei quali tutti noi cerchiamo di fare tesoro - ha detto il presidente del Team Marche Master Michele Luconi - mi piace sottolineare lo spirito che anima il nuoto master ed in particolare, lo sottolineo, la nostra squadra. Abbiamo ragazzi - sono parole del presidente - che fino a pochi mesi fa facevano corsi di nuoto e oggi hanno il coraggio di confrontarsi con chi nuota da anni e addirittura proveniente da altri paesi europei. Il Team Marche Master è oggi una grande squadra grazie soprattutto a loro."

Sotto l'aspetto strettamente sportivo, "l'appuntamento di San Marino è stata una tappa di avvicinamento importante ai mondiali di Riccione dopo due edizioni oltre oceano negli Usa ed in Australia" - ha aggiunto. "La condizione di tutti gli atleti ovviamente non è al top perché il duro lavoro settimanale è finalizzato all'appuntamento iridato, ma stiamo crescendo." "Sotto l'aspetto personale sono contento della mia prestazione nei 50 dorso - ha concluso Michele Luconi - ed aver fatto la gara a fianco a Cavalletti è stato un grande piacere. L'atleta vale senz'altro molto ma la persona vale anche di più e questo è il valore aggiunto di una squadra come la nostra. Certo che nonostante 20 anni passati in piscina, non ho mai visto un atleta centrare prestazioni da record in gare così diverse come il dorso e la rana, tra l'altro l'uno sulla distanza veloce dei 50 metri e l'altro in una gara di resistenza sui 200 metri."

Qualche assenza importante ha condizionato il risultato a squadre del Team Master classificatasi 11' dietro le marchigiane Vela Ancona 7' e Pesaro Nuoto 8'.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andrea Cavalletti batte due record italiani nel nuoto master

AnconaToday è in caricamento